Ridotte le accise per i birrifici artigianali: un'altra vittoria targata CNA

“Una boccata d’ossigeno per un settore in forte crescita, che ora potrà contare su un risparmio medio di  circa mille euro al mese ad impresa”
Buona e fresca birra, ma… quanto mi costi? E’ in forte crescita il settore della birra, anche nel territorio nostrano dove si contano diversi e noti birrifici e microbirrifici artigianali.
Un’altra vittoria della Cna, ora, scongiura rialzi del prezzo della spumosa bionda: grazie all’incessante azione di pressing della Cna, infatti, è diventata legge la proposta di riduzione delle accise a favore dei microbirrifici artigianali.
“Due i risultati raggiunti – spiega Andrea Cantori, responsabile di Cna Agroalimentare e creatore del Festival della Birra Artigianale di Ancona – dal 2019 è previsto il taglio dell’accisa sulla birra di un centesimo al litro, ovvero da 3 euro/litro scenderà a 2,99 euro/litro. Ma soprattutto motivo di grande soddisfazione per Cna Agroalimentare è stata la proposta, accolta nello stesso emendamento, della notifica di un taglio del 40% sull’accisa per i microbirrifici che producono fino a 10.000 ettolitri di birra”.
Cna aveva presentato questa proposta a settembre insieme a una serie di richieste di semplificazioni. “Da un’indagine condotta  in alcuni birrifici associati – conclude Cantori – la riduzione delle accise corrisponde a un risparmio medio di circa mille euro al mese. Una boccata d‘ossigeno per un settore in crescita, che sta avendo numerosi riconoscimenti internazionali, a conferma di come il made in Italy non abbia confini”.
Ufficio Stampa: DANIELA GIACCHETTI
 

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI