Benemerenza ai genitori. Una spinta in avanti

Benemerenze ancona

Con grande soddisfazione, mia e di tutta la CNA di Ancona, abbiamo accolto la civica benemerenza riconosciuta ai genitori e ai ragazzi che hanno denunciato aggressioni violente e ingiustificate di bulli. Si tratta inequivocabilmente di un segnale che la città è viva e resta al fianco di chi denuncia e ha il coraggio di far rispettare la legge.

Un segnale importante, non scontato, che deve dare coraggio alla città. Il problema del bullismo e delle scorribande dei ragazzini nel centro cittadino non è affatto risolto, ancora oggi infatti assistiamo ad eventi di vandalismo e di microcriminalità che vanno fermati. Gli imprenditori non sono un “corpo estraneo” alla società, bensì possono essere vere sentinelle del territorio. La nostra denuncia ha aperto uno squarcio nel velo di omertà che si era creato e che oggi è culminato nella benemerenza ai genitori che hanno denunciato.

Ma non può essere un premio, bensì uno stimolo per tutti a proseguire. Siamo parte di un organismo unico sociale, culturale ed economico e come tale ognuno deve fare la propria parte. Dai genitori alle forze dell’ordine. Solo così questa città crescerà ancora e avrà la forza per affrontare ancora i momenti difficili che ci attendo, dovuti anche alla pressione della pandemia, e solo con cittadini responsabili e coraggiosi potremo uscire con forza dal baratro del Covid.

Loredana Giacomini
Presidentessa CNA Ancona

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI