Novità IT per la PA: piattaforma per la gestione deleghe e sistema IT wallet

laptop website strategy report information vector illustration

Con la pubblicazione della Legge 29 aprile 2024, n. 56 di conversione del D.L. n. 19/2024, recante Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), per quanto concerne le modifiche al Codice dell’Amministrazione Digitale, si prevede:

PIATTAFORMA DI GESTIONE DELEGHE

Il vecchio art. 64-ter del CAD è stato integralmente modificato ed alla luce di tale revisione, il precedente Sistema di Gestione Deleghe è stato sostituito dall’attuale Piattaforma di gestione deleghe, tramite la quale ogni cittadino iscritto nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente ha la facoltà di delegare fino a due soggetti all’accesso ai servizi in rete, erogati dalle pubbliche amministrazioni che richiedono identificazione informatica (login mediante CIE, SPID).

  • I delegati devono essere iscritti in ANPR e titolari di identità digitale (CIE, SPID con livello di sicurezza almeno significativo).
  • La delega può essere effettuata alternativamente:
    • mediante la piattaforma che verrà predisposta dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.a.
    • recandosi presso gli uffici del comune di residenza.
  • La delega può essere revocata.
  • L’utilizzo della delega da parte del delegato viene segnalato al delegante mediante la piattaforma dedicata.
  • Le informazioni relative alle figure di tutore, di curatore o di amministratore di sostegno che richiedono l’accesso ai servizi in rete quali rappresentanti dei soggetti tutelati (soggetti sottoposti alle forme di tutela previste dal Codice civile nei casi di incapacità totale o parziale a provvedere ai propri interessi) sono messe a disposizione in piattaforma gestione deleghe dal Ministero della giustizia per il tramite della Piattaforma Digitale Nazionale Dati.

Ai gestori di identità digitale compete la verifica, tramite la piattaforma, della presenza di eventuali deleghe in capo al cittadino che effettua l’accesso ai servizi in rete erogati dalle PA.

Si resta in attesa del decreto che definisca:

  • le caratteristiche tecniche
  • l’architettura generale
  • i requisiti di sicurezza
  • le modalità di funzionamento della piattaforma
  • le tipologie di dati oggetto di trattamento
  • le modalità
  • le procedure per assicurare il rispetto trattamento di dati personali (ex art. 5 GDPR).

SISTEMA IT WALLET

Il nuovo Art. 64-quater nel CAD, che istituisce il Sistema di portafoglio digitale italiano renderà possibile accedere, tramite smartphone e in pochi clic, a una serie di documenti personali.

  • Il portafoglio digitale potrà essere:
    • pubblico, reso disponibile tramite AppIO
    • privato, reso disponibile da soggetti privati accreditati presso AgID
  • Dovranno essere approvate apposite Linee guida applicative entro 60 giorni dall’entrata in vigore del presente D.L.
  • La realizzazione e gestione dell’infrastruttura organizzativa e tecnologica per l’attuazione dell’IT Wallet (quello pubblico e i servizi necessari ai soggetti privati interessati) è demandata a PagoPA e all’ Istituto Poligrafico Zecca di Stato.
  • Con apposito Dpcm saranno definiti:
    • i compiti e le funzioni attribuiti a PagoPA e IPZS
    • la data a decorrere dalla quale l’IT Wallet pubblico è reso disponibile nonché il termine entro cui rendere disponibili dati e documenti e la data a decorrere dalla quale i soggetti privati accreditati possono rendere disponibili soluzioni di IT Wallet privati.
  • Nelle more della funzionalità del Sistema IT Wallet, saranno rese disponibili, a richiesta, attraverso la AppIO, le versioni digitali della:
    • Tessera Sanitaria/Tessera Europea di Assicurazione Malattia
    • Patente di guida
    • Carta Europea della disabilità

Fonti: art. 20 comma 1 della Legge 29 aprile 2024 n. 56 di conversione del D.L. n. 19/2024, in G.U. n. 100 del 30/04/2024 in vigore dal 1° maggio 2024; art. 64-ter e 64-quater del CAD d.lgs. 82/2005

Per maggiori informazioni o contatti – Servizio Privacy e Cyber Security

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI