Marche in zona gialla: le nuove regole da lunedì 20 dicembre

Da lunedì 20 dicembre le Marche passeranno in zona gialla. A confermarlo è il presidente della Regione, Francesco Acquaroli: “Da lunedì prossimo le Marche passeranno in zona gialla – afferma Acquaroli – Questo passaggio, in base all’andamento dell’incremento dei ricoveri in area medica, era previsto per lunedì 27 ma nelle giornate di mercoledì e di ieri si è registrata una forte accelerazione dell’incidenza, superando il fatidico 15% che ci consentiva di restare in zona bianca. In due giorni abbiamo registrato un incremento superiore a quello di una settimana intera. Vi ricordo che con la normativa attuale nella zona gialla è obbligatorio indossare sempre la mascherina, anche all’aperto, non ci sono limiti agli spostamenti e non c’è il coprifuoco. Raccomando a tutti di prestare sempre la massima attenzione e di rispettare le regole di distanziamento e corretta igiene delle mani, soprattutto in questa fase di aumento dei contagi”.

La differenza principale tra zone bianca e zona gialla e riguarda l’obbligo di indossare obbligatoriamente la mascherina anche all’aperto. Non sono previste chiusure, ma all’interno di bar e ristoranti possono consumare solamente i possessori di super green pass, ovvero i vaccinati e i guariti. Decade il limite di 4 persone al tavolo, che riguardava le vecchie linee guida, così come non sono più previsti limiti di orario.

La capienza per cinema, teatri, discoteche e sale da concerto rimane al 100% ma l’accesso è consentito solo con green pass rafforzato. Per stadi e palazzetti vige la stessa regola sulla certificazione da esporre, ma in zona gialla la capienza massima è del 75%.

 Iscriviti al canale Telegram Info imprese per rimanere aggiornato sulle novità in materia di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI