Decreto Aiuti quater – approvato dal Consiglio dei ministri e di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Decreto Aiuti quater – approvato dal Consiglio dei ministri e di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce «Misure urgenti in materia di energia elettrica, gas naturale e carburanti». Si attende ora il testo definitivo del decreto-legge e la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Di seguito, sulla base dei contenuti del comunicato stampa, le principali misure che verranno introdotte.

Benefit aziendali

Si innalza, per il 2022, da 600 a 3.000 euro il tetto dell’esenzione fiscale dei fringe benefit concessi ai dipendenti.

Credito d’imposta a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale

Viene prorogato fino al 31 dicembre 2022 il credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale. Sarebbero confermate le aliquote potenziate del credito di imposta pari a: 40% per le imprese energivore e gasivore e 30% per imprese piccole che usano energia con potenza a partire dai 4,5 kW.

Disposizioni in materia di accise e d’imposta sul valore aggiunto su alcuni carburanti

È prevista la proroga, dal 19 novembre al 31 dicembre 2022, dello sconto fiscale sulle accise della benzina e del diesel, che conferma il taglio di 30,5 centesimi al litro (considerato anche l’effetto sull’Iva). Per il GPL lo sconto vale 8 centesimi di euro ogni kg, che sale a circa 10 centesimi considerando l’impatto sull’Iva.

Misure di sostegno per fronteggiare il caro bollette

Per fronteggiare l’incremento dei costi dell’energia, le imprese possono richiedere ai fornitori la rateizzazione, per un massimo di 36 rate mensili, degli importi dovuti relativi alla componente energetica di elettricità e gas naturale per i consumi effettuati dal 1° ottobre 2022 al 31 marzo 2023 e fatturati entro il 30 settembre 2023.

Misure per l’incremento della produzione di gas naturale

È previsto un finanziamento a copertura delle spese sostenute dal GSE (Gestore dei servizi energetici). Si proroga dal 31 dicembre 2022 al 31 marzo 2023 il termine entro il quale il GSE potrà cedere a prezzi calmierati il gas naturale. Sono previste inoltre, al fine di incrementare la produzione nazionale di gas naturale, l’aumento delle quantità estratte da coltivazioni esistenti in zone di mare e l’autorizzazione di nuove concessioni tra le 9 e le 12 miglia.

Misure urgenti in materia di mezzi di pagamento

È finanziato un credito d’imposta a favore degli esercenti per la trasmissione della fattura telematica all’Agenzia delle entrate. Il contributo è pari al 100% della spesa sostenuta, fino a 50 euro per ogni registratore telematico acquistato.

Tetto al contante

Dal 1° gennaio 2023 la soglia massima per il pagamento in contanti passa da 1.000 a 5.000 euro.

Superbonus

Si anticipa la rimodulazione al 90% per le spese sostenute nel 2023 per i condomini e si introduce la possibilità, anche per il 2023, di accedere al beneficio per i proprietari di singole abitazioni, a condizione che si tratti di prima casa e che i proprietari stessi non raggiungano una determinata soglia di reddito (15mila euro l’anno, innalzati in base al quoziente familiare). Il superbonus si applica invece al 110% fino al 31 marzo 2023 per le villette unifamiliari che abbiano completato il 30% dei lavori entro il 30 settembre 2022.

Riferimento: Consiglio dei ministri n. 4 del 10 novembre 2022

Questo articolo Decreto Aiuti quater – approvato dal Consiglio dei ministri e di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI