Fantasia, storia e saper fare. Claudia e il lavoro “più bello del mondo”

Quando vedi Claudia non riesci ad immaginarla dentro ad un cantiere insieme ad una squadra di carpentieri. Oppure davanti ad un muro dismesso che cade a pezzi. Perché quando vedi lavorare Claudia vedi un’artista che si mette all’opera, che studia la storia di un edificio e ne immagina il futuro. Che ha la tenacia per stare in un cantiere edile, ma la delicatezza di chi si occupa di restauro. Che fa “il lavoro più bello del mondo”, come lo chiama lei.

Claudia Giaccaglia infatti è una restauratrice di Osimo con un laboratorio di restauro e decorazione tutto suo. Il suo lavoro si divide fra la “bottega”, dove restaura e decora mobili, cornici, quadri e ogni tipologia di complemento d’arredo e dove Claudia effettua veri e propri restyling di mobili per adeguarli a nuovi ambienti, e i cantieri. È infatti fuori dal suo laboratorio che Claudia riesce a tirare fuori la sua doppia anima, di artista e di artigiana. Quando si trova nei cantieri, quando trova pareti e soffitti dipinti da recuperare, da mettere in sicurezza e riportare al loro splendore. Spazi e superfici che spesso hanno attraversato secoli e che si portano addosso le vicissitudini della storia; ma che sotto le mani sapienti di Claudia tornano a vivere e ad essere ammirati per quello che sono. E a volte anche con qualche particolare in più, che li rende unici. Nel futuro di Claudia Giaccaglia c’è quello di crescere ancora, nella propria professione ed anche nella grandezza del suo laboratorio.

Anche Claudia ha scelto CNA perché è molto presente sul territorio ed è sempre pronta ad aiutarmi e ad informarmi su nuove opportunità. Mi sento seguita e aiutata.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI