Welfare per il comparto artigiano: dal 1 luglio a disposizione dei lavoratori

Con l’accordo regionale interconfederale Marche, sulla bilateralità e la contrattazione di secondo livello sottoscritto in data 12 dicembre 2022, le Associazioni Datoriali dell’ Artigianato Confartigianato Imprese, CNA, Casartigiani e CLAAI e le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori CGIL, CISL e Uil hanno stabilito quanto segue in materia di welfare aziendale.

Flexible benefits

Le aziende che applicano contratti collettivi regionali di lavoro, (CCRL) che non sono stati rinnovati entro il mese di luglio 2023, attiveranno per tutti i lavoratori piani di c.d. flexible benefits (cioè di beni e servizi di welfare, come il carrello spesa, i buoni carburante, e il rimborso per le spese scolastiche, personalizzabili e adattabili alle esigenze dei lavoratori) per un costo massimo di 110 euro, di cui la prima tranche di 70 euro entro il mese di luglio 2023 e la parte residua, pari ad a 40 euro sarà messa a disposizione dei lavoratori, se lo stesso contratto non sarà sottoscritto, entro il mese di novembre 2023.

Welfare

Le aziende, a decorrere dal 1° luglio 2023, dovranno mettere a disposizione dei lavoratori strumenti di welfare (come servizi per finalità sociali, di educazione per l’assistenza a familiari, di trasporto collettivo, servizi in natura ecc.) per un costo massimo di € 70.

Tali importi si intendono riconosciuti per intero (100%) a tutti i lavoratori, anche part-time, che abbiano un orario di lavoro pari al 50%. Sarà ridotto della metà (erogato al 50%) per tutti i lavoratori che abbiano un part-time inferiore al 50%.

Addendum all'accordo regionale

In data 20 luglio 2023 le parti sociali regionali hanno precisato che il presente accordo deve essere riconosciuto da tutte le imprese che applicano il CCNL del settore artigiano ai lavoratori in forza al mese di luglio 2023, escluso il comparto Edile.

Nota esplicativa

Addendum all’accordo

Precedente versione - non valida

I CCNL del comparto artigiano ai quali si rivolge la misura sono:

  • area meccanica
  • area tessile moda chimica e ceramica
  • area alimentazione e panificazione
  • legno e lapidei
  • comunicazione
  • autotrasporto

Escluso il settore edile

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI