Videostoria: il tessuto tecnologico che nasce nell’alveare operoso

 

Presente, passato e futuro. Rossorame racchiude in sé tutto questo. Azienda di alta moda fondata da Bruno e Daniele, a Martina Franca, in provincia di Taranto, è la protagonista di CNA Storie di marzo. Il presente è la realizzazione del modello al Cad. Il futuro il 3D. Il trade union, zia Dorina. È dalla zia e da quelle attese a sfogliare cataloghi mentre lei terminava il lavoro nell’atelier che Bruno ha preso ispirazione. “Mi piaceva andare a prenderla per aspettare, guardare. Poi lei mi ha seguito in tutte le fasi. Mi ha aiutato quando siamo tornati qui e abbiamo avviato il laboratorio”. Rosso è la passione; il rame, il filo conduttore tra tutte le persone che creano questo progetto.

Ricerca e relazioni la ricetta vincente

Rossorame è una storia di legami familiari e di amicizie speciali, come quella tra Bruno e Daniele. Entrambi originari di Martina Franca, si conoscono per caso a Roma ai tempi dell’università. Ognuno intraprende la sua strada di crescita professionale, in Italia e all’estero, per poi rincontrarsi e decidere di tornare a casa e avviare insieme un’attività imprenditoriale nel campo della moda. Alla base di tutto, una ricerca attentissima e incessante. Come quella per i tessuti che Bruno chiama “tecnologici”: “ci sono fibre che a contatto col corpo prendono il calore, mantenendo la temperature, o che si muovono col corpo stesso, senza creare attrito”.

Alla base di tutto, una ricerca attentissima e incessante

Alta specializzazione e qualità

La peculiarità di Rossorame è l’alta specializzazione. Basta varcare la soglia del laboratorio per avere l’immagine di un alveare operoso: qui lavorano sarte, ricamatrici, addetti al taglio, al controllo qualità e alla progettazione CAD. Uno spazio a parte è dedicato alla ricerca del prodotto e un altro all’ufficio stile.

Basta varcare la soglia del laboratorio per avere l’immagine di un alveare operoso

Lo stilista Bruno ricerca, crea, disegna e realizza. Daniele, ingegnere gestionale, oltre che socio di Rossorame è anche presidente di CNA Puglia. Sta dietro le quinte, studia i mercati e lancia stimoli. “Noi ci siamo caratterizzati sin dall’inizio per la propensione a portare sui mercati internazionali i nostri prodotti ed è stato quello che ci ha permesso di crescere in un periodo estremamente complesso come quello degli ultimi quindici anni – dice Daniele -. Come CNA abbiamo l’opportunità di rappresentare per tutte le imprese un punto di riferimento, di sostegno per accompagnarle nel percorso di internazionalizzazione”.

Le creazioni di Rossorame hanno varcato i confini, sfilato sui palchi più celebri, come Sanremo e Eurovision, indossate da celebrità del mondo del cinema e dello sport. Ma guai a parlare di successo: “negli ultimi anni abbiamo avuto un po’ più di visibilità. Io non lo chiamerei il successo – dice Bruno-. Per me il successo è ancora una forma ancora più ampia, e non ci dobbiamo ancora arrivare a questo”.

 









 

 

Questo articolo Videostoria: il tessuto tecnologico che nasce nell’alveare operoso è stato pubblicato su CNA.

Read More

ASSOCIATI