Vaccarino: il popolo ligure simbolo di grande laboriosità

All’assemblea di CNA Genova, tenutasi lunedì 28 giugno, il presidente della CNA, Daniele Vaccarino, non ha potuto partecipare di persona. Ma ha deciso di esserci, sia pure in modalità differente dall’ordinario. Ed è stata sua premura inviare un videomessaggio per complimentarsi con Paola Noli per il rinnovato incarico e fare gli auguri di buon lavoro a tutto il neo gruppo dirigente.

Le ragioni per le quali il presidente avrebbe fortemente essere presente attengono sì al legame con la CNA di Genova ma anche con questa città che suo malgrado è diventata drammaticamente simbolo prima per il crollo del ponte e poi della sua straordinaria ricostruzione: dimostrazione della grande laboriosità del popolo ligure. Una operosità che il mondo dell’artigianato ha sempre rappresentato.

Il periodo che ci siamo trovati ad affrontare è stato incredibilmente difficile per tutti – ha poi sottolineato Vaccarino -e nonostante tutto abbiamo avuto la forza di resistere. La campagna vaccinale in corso sta donando nuova speranza e con questo slancio bisogna guardare avanti.

Il presidente ha passato poi in rassegna i grandi temi cari all’artigianato e alle piccole e medie imprese insieme alla questione della rappresentanza e ai rapporti con il Governo. Ricordando la priorità della confederazione Vaccarino si è congedato: essere davanti a tutti rispetto alle altre realtà associative ma prima di tutti nel saper interpretare le esigenze delle nostre imprese per poter fornire loro le risposte e i servizi di cui hanno bisogno.

 

 

Qui le notizie delle altre assemblee territoriali.

Questo articolo Vaccarino: il popolo ligure simbolo di grande laboriosità è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI