Trasporto pubblico, le proposte di CNA Fita Ncc Bus

Di fronte ai membri della  XI commissione Lavoro pubblico e privato della Camera CNA Fita Ncc Bus ha espresso le sue osservazioni in merito alle due proposte di legge riguardanti le disposizioni in materia di controlli sul personale addetto ai servizi pubblici di trasporto.

Nel corso dell’audizione, la delegazione della CNA ha sottolineato il pieno appoggio alla proposta n.1779, presentata dall’onorevole Paolo Russo riguardante, in particolare, le disposizioni in materia di accertamento e controllo dell’idoneità fisica e psicoattitudinale del personale addetto ai servizi pubblici di trasporto e prevede la possibilità di estendere a strutture sanitarie private gli accertamenti di idoneità fisica e psicoattitudinale. La Confederazione, oltre a richiedere la possibilità di rendere lo strumento di controllo presso strutture private accreditate certo e sempre accessibile al fine di favorire la sicurezza stradale, ha proposto un iter certo per l’accreditamento delle strutture e un sistema di monitoraggio degli standard qualitativi, in modo da avere le stesse modalità e tempistiche su scala nazionale.

In merito alla proposta di legge n.1782, presentata dall’onorevole Riccardo Molinari, relativa all’obbligo di presentazione annuale del certificato penale del casellario giudiziale e del certificato dei carichi pendenti, la Confederazione ha richiesto la necessità di effettuare maggiori approfondimenti con competenze di natura penale e giuslavoristica, sottolineando la grave criticità del comparto a causa della carenza strutturale di conducenti e per la quale è necessario attivare strumenti nuovi e diversi per rendere la professione accessibile ai giovani.

Clicca qui per leggere il testo presentato in audizione.

Questo articolo Trasporto pubblico, le proposte di CNA Fita Ncc Bus è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI