Stagione estiva 2023 Osimo: si sente la mancanza dell’arte

La CNA di Zona Sud commenta il cartellone degli eventi osimani per l’estate 2023: si sente la mancanza di una mostra di qualità.

La stagione estiva sta partendo e l’amministrazione comunale ha lanciato il calendario delle iniziative 2023.

La CNA di Zona Sud ritiene positivi due principi che stanno alla base di questo calendario: la frequenza che permette di avere eventi che coprono l’intero arco temporale dell’estate, ma soprattutto il coinvolgimento in alcuni eventi anche delle frazioni e non solo del centro, come le iniziative allo Skate Park: la possibilità di creare attrattiva anche in altri quartieri permette di far si che tutto il sistema economico osimano possa approfittare degli eventi estivi.

Il punto dolente che però la CNA di Zona Sud rileva sta nelle mostre: da anni, infatti, manca un evento culturale di spessore come quelli organizzati prima della pandemia, mostre che avevano avuto un richiamo nazionale e che hanno permesso anche di far conoscere Osimo ad un numero sempre più grande di visitatori. Mostre che hanno permesso di far crescere anche le attrazioni locali come le grotte. Mostre che hanno allungato il tempo di permanenza dei turisti nella città, senza parlare della “reputazione” che in questi anni si è guadagnata la città dei senza testa.

 “Il calendario degli eventi estivi osimani ha una lacuna pesante nella mancanza, anche in questo 2023, di una mostra d’arte di spessore. I risultati che questo tipo di eventi culturali hanno portato alla città sono sotto gli occhi di tutti: spesso le mostre hanno subito un allungamento per i tanti visitatori che sono arrivati in città – hanno commentato Andrea Cantori e Luigi Giambartolomei, rispettivamente segretario della CNA Zona Sud di Ancona e referente CNA di Osimo – Certo il nuovo calendario ha il pregio soprattutto di portare eventi anche in periferia, accogliendo così una richiesta fatta da tempo – concludono Cantori e Giambartolomei – Purtroppo però riteniamo necessario che ci sia uno sforzo in più nella ripresa di eventi legati alla grande arte che ha portato un pubblico importante e di qualità, un target ambito da tutte le imprese del centro storico osimano e dal suo sistema di recettività alberghiero”.

ASSOCIATI