Sfoglina conquista l’America

Dalla CNA a Washington, la nostra Simonetta insegna a fare la pasta a mano
di DANIELA GIACCHETTI
sfoglinaCna è particolarmente lieta del successo ottenuto dalla sua associata Simonetta Capotondo, in arte Sfoglina Simonetta, che in questi giorni si trova a Washington per l’inaugurazione di, giustappunto!, “Sfoglina”, un ristorante italiano, direttamente voluta dallo chef stellato Fabio Trabocchi (di origini osimane), per offrire dimostrazioni dal vivo su come si fa la pasta col mattarello.
“Ci sono dei mestieri del nostro patrimonio culturale – racconta Simonetta – che non devono assolutamente andare persi. Fare la sfoglia è uno di questi”.
Tavola, mattarello, una buona manualità e scelta degli ingredienti più genuini: questi sono i segreti di Simonetta per ottenere una sfoglia all’uovo a regola d’arte, sottile, porosa e della giusta consistenza. Come quella che facevano le nostre nonne.
Sfoglina è un’esperta formatrice e il suo mestiere consiste proprio nell’insegnare l’antica arte della sfoglia all’uovo e delle paste fresche fatte a mano.
Marchigiana di Ancona, ma itinerante per mestiere, ha ottenuto nel tempo diversi prestigiosi riconoscimenti, tra i quali un secondo posto al concorso internazionale Sfoglina d’Oro.
“La passione per la sfoglia – confessa – è legata ai ricordi di mia nonna: l’odore dell’impasto, i gesti che faceva con il mattarello per stenderlo, i rumori della sfoglia che schioccava sulla tavola e della coltella che tagliava veloce veloce. Infine, quel gesto familiare e amato delle mani dalle quali le tagliatelle si srotolavano come per magia…”
Avremo modo di raccontare nel dettaglio la storia di Simonetta Capotondo.
Per ora, le giungano le nostre più grandi congratulazioni!
 

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI