Santini: "Vogliamo una Manovra lucida e coraggiosa"

Il risultato ottenuto dalla campagna di ascolto, avviata per arrivare all’Assemblea Nazionale CNA consapevoli delle esigenze degli imprenditori, ci preoccupa. C’è un clima di preoccupazione diffuso, ampio e trasversale tra settori economici: è necessaria una manovra economica lucida, coraggiosa e lungimirante, con dei filoni di intervento chiari e condivisi e una serie di provvedimenti coerenti e consapevoli della situazione, tenendo conto delle priorità segnalate dalle imprese coinvolte nell’indagine CNA.
Spiccano, tra i bisogni: il taglio della burocrazia (62,8%), la neutralizzazione dell’aumento dell’IVA (51,9%), la riforma fiscale (45%). Ultimo posto per l’introduzione del salario minimo (2,3%), che la CNA ha più volte definito un falso problema. Personale qualificato e formazione sono le priorità su cui le aziende vogliono investire. I nodi strategici sui quali il Governo deve lavorare, non lasciano spazio a dubbi. Non dimentichiamoci che la stretta nelle concessioni di credito ha reso il mercato asfittico e rischia di decretare la morte di molte micro e piccole imprese a corto di liquidità pur in possesso di una visione di lungo periodo.
di Massimiliano Santini
Direttore CNA Territoriale di Ancona

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI