Rottamazione-quater: 31 ottobre la prima scadenza

La prima scadenza della Rottamazione-quater si avvicina, fissata per il 31 ottobre, rappresenta l’opportunità per i contribuenti di definire agevolatamente le cartelle esattoriali, secondo quanto previsto dalla legge di bilancio 2023.

Il pagamento deve essere effettuato tramite i moduli allegati alla comunicazione delle somme dovute, inviata dall’Agenzia delle entrate-Riscossione. La legge concede un periodo di tolleranza di 5 giorni, pertanto i pagamenti effettuati entro il 6 novembre 2023 saranno considerati validi per la rata scadente il 31 ottobre.

Va ricordato che il mancato pagamento o il pagamento effettuato oltre il termine previsto, nonché i pagamenti parziali, comporteranno la perdita dei benefici della definizione agevolata, con gli importi già corrisposti conteggiati come acconto sulle somme dovute.

Le scadenze stabilite prevedono la possibilità di effettuare il pagamento in un’unica soluzione entro il 31 ottobre 2023, oppure in un massimo di 18 rate (corrispondenti a 5 anni) consecutive. Le prime due rate devono essere versate entro il 31 ottobre e il 30 novembre 2023, e sono pari al 10% delle somme complessivamente dovute a titolo di Definizione agevolata. Le rimanenti rate saranno di pari importo e dovute il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno a partire dal 2024.

Si noti che per i contribuenti con residenza, sede legale o sede operativa nelle aree indicate dal “Decreto Alluvione” (D.L. n. 61/2023), i termini e le scadenze della Definizione agevolata sono prorogati di 3 mesi. L’adesione deve avvenire entro il 30 settembre, la comunicazione della riscossione entro il 31 dicembre 2023, e le scadenze successive per il pagamento sono anch’esse prorogate di tre mesi.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI