Ristrutturazione: la CNA chiede aiuti per le imprese del Mercato delle Erbe

Continua il dialogo tra l’amministrazione comunale e gli operatori del mercato per affrontare la ristrutturazione

Continua la fase di confronto tra l’amministrazione comunale e gli operatori del mercato delle Erbe. In particolare, in questa fase, gli operatori hanno richiesto un sostegno economico durante i due anni di lavori. La delegazione degli operatori del mercato delle Erbe, accompagnata dal segretario della CNA di Ancona Andrea Cantori, ha incontrato l’assessore alle Attività Produttive del comune di Ancona Angelo Eliantonio.

I due anni di ristrutturazione che il mercato delle Erbe dovrà affrontare preoccupano gli operatori che ipotizzano un calo dei fatturati e per tale ragione, hanno richiesto un sostegno economico per quanto concerne i canoni di concessione.
L’assessore Eliantonio ha ribadito la disponibilità al confronto ma ha richiesto un lasso di tempo congruo per verificare quanto i lavori incideranno nel normale svolgimento dell’attività commerciale mercatale, un lasso di tempo che permetterà di monitorare i lavori e soprattutto misurare l’eventuale impatto economico che avrà sugli operatori.

“Questa è la metodologia giusta per affrontare la grandi questioni della città – ha commentato Andrea Cantori, segretario della CNA di Anconail costante confronto con gli operatori, attraverso il tramite associativo, è la strada giusta per creare il consenso sui grandi progetti cittadini. La nostra speranza è che tale metodologia possa essere adottata anche per tutte le grandi tematiche della città dorica e mi riferisco in particolare al porto, al tema dei parcheggi, etc.

Gli operatori del mercato delle Erbe, con grande senso di responsabilità, hanno mantenuto il principio di unitarietà del mercato: stare “tutti insieme” all’interno del Mercato anche in fase di ristrutturazione – continua Cantori – Questo però avrà probabilmente un impatto in termini di disagio per la clientela e di conseguenza anche nei fatturati. Per tale ragione abbiamo richiesto che il tavolo di confronto con il comune continuasse per sostenere gli operatori mercatali in questa difficile fase.

L’incontro di questa settimana è stato interlocutorio – conclude Cantori – L’assessore Eliantonio ha ribadito la disponibilità dell’amministrazione al dialogo, richiedendo un periodo di tempo per monitorare il cantiere e soprattutto gli effetti della ristrutturazione sulla normale attività mercatale.”

ASSOCIATI