Ripartiamo dai “Contenitori”: ex cinema, mercato delle erbe, piazza Dante e Ex Ragioneria

La CNA di Zona Sud propone di ripartire con un patto con tutte le forze politiche per i “contenitori“ della nostra città.

 

L’autunno si prevede molto difficile, un momento in cui vi saranno tensioni per le materie prime, l’energia, etc. Osimo però ha sicuramente la possibilità di attutire questo contesto economico attraverso progetti di recupero e valorizzazione dei tanti contenitori che attendono un destino.

La CNA di Zona Sud ritiene che la città possa potenziare il comparto turistico e degli eventi attraverso l’avvio dei lavori dei tanti contenitori cittadini di rilievo che possono attraverso il loro recupero, dare lavoro a centinai di persone. La CNA pensa in primo luogo all’ex cinema, con la sua biblioteca e la sala convegni, che è già in fase di ristrutturazione e che, secondo gli annunci dell’amministrazione, potrà già essere pronto nel 2023. Un altro progetto che ha trovato vasto consenso politico è quello della pedonalizzazione di Piazza Dante. Riteniamo questo progetto importante per la città e il nostro auspicio e che si passi ad una fase di concretezza per trasformare questa piazza in un nuovo salotto cittadino.

Infine la CNA ritiene anche necessario iniziare una riflessione su due contenitori importanti e potenzialmente interessanti in un’ottica di sviluppo turistico – culturale: il mercato delle erbe e l’ex ragioneria. Il mercato delle erbe oggi è divenuto un edificio “artistico”, occorre ora rilanciare questo contenitore che potrebbe trovare la sua vocazione, come nel progetto di Ancona, nella ristorazione e somministrazione: la tendenza infatti dei mercati cittadini di tutta Italia ed Europa (basti pensare a Bologna, Firenze, etc.) è quella di destinare questi contenitori alla somministrazione (pranzi, aperitivi, cene, eventi, etc.). Riteniamo che anche Osimo dovrebbe valutare questa vocazione per il suo mercato, soprattutto dopo l’intervento artistico che lo ha riguardato. Infine l’ex ragioneria, impantanato ancora con la provincia che vuole cederlo ad un prezzo ancora non adeguato: la CNA di Zona Sud ritiene necessario un confronto tra provincia e comune per permettere rapidamente il recupero anche di questo importante contenitore che potrebbe diventare il nuovo polo culturale per le mostre artistiche.

“Oggi grazie ai fondi del PNRR abbiamo la possibilità di recuperare molto del patrimonio culturale e sociale di questa città – hanno commentato Andrea Cantori e Luigi Giambartolomei, segretario e coordinatore cittadino della CNA di Osimo – Un patrimonio importante che può dare un nuovo volto alla città e che può definitivamente trasformare Osimo in una città della cultura e del turismo – concludono Cantori e Gimbartolomei –Non solo: questi progetti possono portare milioni di euro di interventi pubblici nella città, lavoro e occupazione proprio nei mesi più difficili che si stanno affacciando. Un’occasione che non va persa”.

ASSOCIATI