Rimini, l’altalena simbolo dell’estate torna in acqua 

Smantellate nel 1991, per problemi di manutenzione, le altalene in acqua erano un simbolo dell’estate romagnola, essendocene una ogni 150 metri di spiaggia. Per questo, tutti i riminesi e chiunque abbia passato almeno un’estate su quelle spiagge, ha un ricordo, una fotografia in bianco e nero o a colori, di questa esperienza che da oggi può essere vissuta di nuovo.

Infatti grazie alla collaborazione di CNA Rimini e promossa dall’associazione Rimini Sparita APS – impegnata da dieci anni nella divulgazione del patrimonio storico/culturale locale l’altalena è stata posizionata presso la riva del mare antistante il Bagno 24 Serafino di Marina Centro, rimanendo a disposizione gratuitamente di tutti coloro che vorranno provare l’ebbrezza di un momento spensierato, osservando un panorama mozzafiato… sull’onda dei ricordi.

Dopo aver ricevuto nuovamente l’ok da comune, demanio, agenzia delle Dogane e dei Monopoli, capitaneria di Porto, sovrintendenza delle Belle Arti di Ravenna, da oggi, si può gratuitamente dondolare sull’acqua in una struttura tecnicamente più sicura e all’avanguardia, regalandosi un sorriso.

All’inaugurazione dello scorso 10 luglio hanno preso parte gli assessori del Comune di Rimini, Roberta Frisoni e Jamil Sadegholvaad, la consigliera regionale, Nadia Rossi, il presidente provinciale di CNA Rimini, Mirco Galeazzi, il presidente di CNA comunale di Rimini, Marco Polazzi, il direttore di CNA Rimini, Davide Ortalli, il vice presidente alla Camera di Commercio della Romagna, Fabrizio Moretti e il presidente di Rimini Sparita, Nicola Gambetti.

Clicca qui per altre notizie dei territori.

Questo articolo Rimini, l’altalena simbolo dell’estate torna in acqua  è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI