Prestazioni Ebam 2022, c’è tempo fino al 31 gennaio 2023 per fare richiesta

Le imprese artigiane, e i loro dipendenti, che aderiscono all’Ente Bilaterale delle Marche “EBAM” possono inoltrare la domanda entro il 31 gennaio 2023 per richiedere il contributo previsto in seguito alle prestazioni i cui eventi sono accaduti durante l’anno 2022.

EBAM gestisce fondi che erogano contributi per le imprese artigiane, escluse quelle edili, sulla base di determinati parametri e in conseguenza agli accadimenti dell’anno precedente, tra cui:

  • Calamità naturali
  • Formazione
  • Spese scolastiche
  • Maternità facoltativa
  • Malattia invalidante

Quest’anno il fondo mette a disposizione un contributo ulteriore di 100 euro, a favore delle lavoratrici e lavoratori titolari del contratto di fornitura di energia elettrica, per i costi sostenuti nel 2022. I l contributo è erogato una tantum per nuclei familiari con un ISEE fino a 15.000 euro, e sarà riconosciuto anche se il titolare del contratto di fornitura elettrica è intestato al coniuge/convivente. La domanda potrà essere presentata entro e non oltre il 31/01/2023.

Si invitano le imprese a notificare tali opportunità anche ai lavoratori dipendenti.
Le richieste vanno effettuate attraverso la procedura “MY EBAM” il cui accesso è da ebam.marche.it.

Vuoi rimanere sempre informato sulle ultime novità e aggiornamenti per le imprese?
Iscriviti al canale WhatsApp Infoimprese di CNA Ancona.
È gratis.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI