Polveri sottili, slittamento termini

 La regione Marche ha approvato, con la delibera 318 del 19 marzo 2012, lo slittamento dei termini per l’installazione dei sistemi di abbattimento delle polveri sottili per le attività alimentari che utilizzano la combustione a biomasse (forni e griglie).
Tutte le attività che hanno inviato la segnalazione ai comuni di residenza della presenza di forni o griglie che utilizzano biomasse (censimento) entro il termine del 15 gennaio 2012 possono usufruire di una proroga nell’installazione dei filtri: la nuova data di scadenza è fissata per il 14 di settembre. Per usufruire della proroga, oltre ad aver già aderito al censimento, l’azienda deve però inviare entro e non oltre il 30 di aprile al proprio comune: atto di incarico di progettazione di impianto di abbattimento fumi/nuovo impianto a gas o energia firmato da un professionista abilitato oppure ordinativo di impianto di abbattimento/nuovo forno a gas o elettrico firmato dal fornitore. In pratica al comune dovrà essere consegnata la documentazione che attesti l’effettivo impegno dell’imprenditore ad adempiere a tale obbligo di legge.
Lo slittamento è stato spinto dalle associazioni di categoria di settore per concedere un lasso di tempo adeguato ala scelta ed installazione di filtri per l’abbattimento di polveri. La normativa, infatti, obbliga gli operatori alimentari a dotarsi di filtri che abbattano il 90% delle polveri. Occorre quindi operare una scelta spesso complessa per poter rispettare le normative di legge.
Il provvedimento varato nel 2011 ed entrato in vigore a tappe in questo 2012 aveva suscitato polemiche per la tempistica stretta.
Per maggiori info: Andrea Cantori – cell. 3483363017 – email acantori@an.cna.it
 

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI