Partito il progetto “Jesi Sicura”. 13 i locali aderenti

Venerdì e domenica per gli associati CNA. Sabato sera per tutti gli aderenti

 

È partito ieri sera, venerdì 15 ottobre, il servizio di vigilanza privata notturna nel centro storico di Jesi denominato “Jesi sicura”. Un progetto organizzato e promosso da CNA Ancona, nato per dare una risposta concreta ai recenti casi di disturbo della quiete e vandalismo notturno e che ha già visto aderire 13 locali del centro cittadino.

Un’iniziativa che si accompagna alla recente azione messa in campo dall’Amministrazione Comunale la quale ha prolungato di un’ora l’orario di chiusura dei locali portandolo alle ore 2.00.

 

Il servizio, attivo da ieri sera per i soci CNA e il sabato sera per tutti i locali aderenti, vede in campo 2 agenti dell’istituto di vigilanza privata Vedetta2Mondialpol chiamati a coadiuvare il lavoro di controllo della “sana movida” nel centro storico.

I vigilanti sorveglieranno, dalle ore 23.00 alle ore 5.00, le vie principali dove si concentrano gli avventori del centro storico ed avranno la facoltà di documentare e segnalare alle forze dell’ordine, già debitamente informate del servizio, eventuali flagranze di reato nei modi e termini concernenti il servizio stesso.

È un progetto pilota della durata di un mese – spiega il presidente di CNA Jesi, Francesco Barchiesi il quale nei giorni scorsi si è mosso in prima persona per dialogare con i locali del centro storico, raccogliendo le adesioni -. Ma se il progetto funziona potrà avere certamente un’evoluzione. È un’iniziativa aperta a chiunque senta l’esigenza di una maggior tutela della sicurezza della propria attività e della città di Jesi. Voglio quindi ringraziare tutti i locali aderenti all’iniziativa per il grande senso di responsabilità e attaccamento alla realtà in cui si trovano ad operare.

 

Per info e adesioni – 3485496382

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI