NO al pagamento indiscriminato del canone Rai

di Massimiliano Santini*
 
Blocco immediato dell’odioso provvedimento adottato dalla Rai, dell’invio dei bollettini e soprattutto del pagamento indiscriminato del nuovo canone ai danni delle imprese. E’ quanto chiediamo al Governo e al Parlamento contro quello che, a tutti gli effetti, sembra un colpaccio.
Forse hanno proprio ragione tutti quelli che vedono in questa mossa di Viale Mazzini un tentativo di fare cassa con facilità e di attutire, con grassi interessi, il previsto taglio di 150 milioni al contributo pubblico.
La Rai infatti sta puntando letteralmente al colpo grosso – esattamente un miliardo – dopo averci provato già due anni fa, esigendo il pagamento indistinto del canone speciale da tutte le imprese. La reazione del mondo produttivo e delle associazioni, già a suo tempo, l’aveva costretta a fare marcia indietro. Ora ci riprova, imponendo un balzello su strumenti di lavoro che gli imprenditori, trattati come bancomat, non utilizzano sicuramente per guardare i mondiali di calcio.
Con forza continuiamo ad opporci: le imprese non sono il portafogli di nessuno.
*Direttore CNA Provincia Ancona

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI