Nasce il Marche Beer Tour: la federazione dei festival della birra artigianale e agricola

Una federazione dei Festival della birra artigianale e agricola marchigiana, eventi caratterizzati da un’unica filosofia: valorizzare il prodotto locale e i produttori locali. Il mondo degli eventi di settore vede nascere oggi il Marche Beer Tour (MBT).

La crescita esponenziale dei birrifici ha permesso anche una crescita degli eventi che valorizzano e promuovono questo eccezionale prodotto. Sono molti, infatti, i Festival e gli eventi che si susseguono durante l’anno nella nostra regione, organizzati da associazioni di categoria, pro loco, associazioni culturali, etc. La molteplicità di questi eventi è dovuta alle caratteristiche della nostra Regione, una Regione “al plurale” che vive delle sue diversità.

E’ evidente, però, che la valorizzazione di un prodotto così importante necessità di una strategia unitaria che permetta di potenziare la comunicazione e la promozione, incentrare maggiormente gli appuntamenti sulla qualità e sull’importanza di “capire il prodotto”, sulla necessità di creare eventi congiunti di respiro almeno regionale. Per tale ragione tre degli eventi più importanti della Regione, con lo stesso approccio filosofico al prodotto, hanno deciso di costruire un percorso comune per far nascere una rete dei Festival della birra artigianale e agricola: il “Marche Beer Tour” (MBT). I festival che si sono riuniti in questo progetto sono da nord a sud:

  1. “Birra d’Augusto” organizzato dall’associazione “Fortuna Dea” di Fano. L’evento è attivo dal 2010 ed è giunto alla sua 12° edizione. Si svolge nel comune di Fano (PU) nel mese di Agosto;
  2. “In bocca al luppolo” organizzato dalla CNA territoriale di Ancona. Il Festival è nato nel 2017 ed è giunto alla sua 6° edizione. Si svolge nel comune di Ancona, tra i mesi di settembre e ottobre;
  3. “Fermento Marchigiano” organizzato dall’associazione “Le due porte” di Monteprandone. L’evento è nato nel 2017 ed è alla sua 4° edizione dopo due anni di stop dovuti alla pandemia. Si svolge nel comune di Monteprandone (AP) nel mese di agosto;

L’obbiettivo del progetto è incentrato sulla promozione dei birrifici artigianali, la valorizzazione delle eccellenze gastronomiche, l’incontro tra appassionati del gusto e i produttori.

I principi base che ispirano la federazione sono:

  1. prevalenza di imprese marchigiane tra i partecipanti (almeno i 2/3) o scontistica che agevoli le imprese marchigiane rispetto alle imprese provenienti da altre regioni,
  2. il coinvolgimento di attività alimentari locali per il food degli eventi, in primo luogo coinvolgendo ristoranti, bar, gastronomie, etc della zona in cui si svolge l’evento e in seconda battuta attività regionali e nazionali.

Inoltre il Marche Beer Tour si propone, se ve ne saranno le condizioni, di:

  1. promuovere congiuntamente tutti e tre gli eventi con tutti i canali comunicativi (stampa, social, siti web, manifesti, etc.),
  2. Organizzare, a partire dal 2023, eventi in comune (concerti, laboratori, concorsi) che permettano di arricchire i festival partecipanti alla rete e promuovere il valore del prodotto artigianale e agricolo.

Il progetto verrà presentato ufficialmente al convegno organizzato da CNA Agroalimentare di Ancona nell’ambito delle attività promosse dalla CNA in occasione del 35° Annual Conference AEHT e Forum dell’innovazione, della biodiversità e della ripartenza (Senigallia Istituto Panzini) presso lo stand CNA Marche giovedì 20 ottobre alle ore 16.00. Durante l’incontro, oltre al progetto del MBT, sarà presentata anche una piattaforma di richieste sindacali.

All’incontro saranno presenti il presidente della II commissione della Regione Marche (attività produttive) Andrea Putzu, Laura Canonico (Slow Food), Alessandro Eusepi portavoce del MBT e presidente dell’associazione Fortuna Dea, i presidenti CNA Agroalimentare e CNA Bevande Anna Fenucci e Samuele Carnevali ed il presidente dell’Associazione “Le due porte” Stefano Barbizzi. Modera Andrea Cantori, segretario CNA Agroalimentare di Ancona.

ASSOCIATI