L'Italia va governata subito

E’ urgente superare il quadro di incertezza del post-elezioni

OTELLO GREGORINI*
ANCONA
Siamo in crisi; ci servono azioni immediate; abbiamo bisogno di una guida stabile: ecco riassunta in tre affermazioni, tutta la preoccupazione del mondo produttivo nell’immediato post-voto. L’esito delle elezioni non ha consegnato un quadro di stabilità, non è emerso in modo netto chi ha vinto e può/deve governare e chi ha perso e può/deve giocare il suo ruolo nell’opposizione. Sicuramente la legge elettorale, da più parti criticata, ha contribuito a favorire un quadro così incerto, ma non tutto il risultato è imputabile alla legge elettorale: parte è frutto della volontà espressa dai cittadini rispetto alle varie opzioni offerte.
Siamo nel semestre bianco per cui per alcuni mesi, l’ipotesi di un ritorno al voto, come in Grecia, non è strada possibile. Non è altresì pensabile che il nostro Paese resti per mesi senza un governo. Avevamo sperato in una governabilità in grado di darci certezze rispetto alla crisi che stiamo vivendo. Oggi ribadiamo più che mai l’urgenza di trovare una soluzione a questa necessità, mettendo in attività un governo che sia in grado di suscitare fiducia nei due rami del parlamento.
Allo stato attuale, l’esito del voto può aumentare ulteriormente le difficoltà in cui operano e vivono imprese e cittadini. Non dovrebbe essere neanche necessario ricordare lo stato di forte stress a cui sono sottoposte in particolare le piccole imprese che comunque continuano a resistere e dare lavoro. Speriamo in un sussulto del nuovo parlamento che possa trovare soluzione dando fiducia ad un governo senza attendere tempi lunghi, così che sia in grado di intervenire subito con provvedimenti che possano aiutarci ad uscire da questa crisi senza precedenti.
L’Italia va governata, non va lasciata in balia di se stessa: chi ha delle responsabilità se ne faccia carico nell’interesse di tutti.
Durante la campagna elettorale, abbiamo incontrato tanti candidati, diversi di loro oggi siedono in parlamento: ci attendiamo che si comportino coerentemente con quanto affermato durante i confronti pre elettorali.
*Direttore CNA Provinciale Ancona
 

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI