Liguria e nautica sostenibile: le opportunità per la filiera

Diffondere la cultura dell’economia circolare e contribuire alla costruzione e all’impiego della nuova figura professionale del green manager approfondendo le opportunità nell’ambito della filiera della nautica da diporto. Queste le finalità del primo living lab, che ha goduto di un’ottima partecipazione, del progetto sulla filiera della nautica organizzato da CNA Liguria.

Il progetto Action, cofinanziato dal programma Interreg Marittimo Italia – Francia, affronta la sfida della conversione delle filiere della nautica e del turismo sostenibili verso modelli di economia circolare. Il passaggio a modelli di economia circolare, oltre che priorità ambientale, è al contempo una grande opportunità di creazione di occupazione per tutta l’area transfrontaliera. Obiettivo generale è sostenere la creazione di nuova occupazione attraverso l’attivazione di una rete di servizi di accompagnamento per lo sviluppo di nuove professionalità e la promozione dell’autoimprenditorialità.

Il confronto ha coinvolto istituzioni ed esperti sul tema e raccolto importanti testimonianze delle imprese liguri, collaborative per le buone prassi da condividere. A seguito dell’introduzione del segretario CNA Liguria, Angelo Matellini, sono intervenuti la referente territoriale Liguria del Programma Marittimo Italia – Francia, Margherita Marrè Brunenghi e la referente del settore turistico per Alfa Liguria, Elisabetta Garbarino.

Daniela Locati di CNA Liguria è entrata nel vivo dei lavori illustrando obiettivi e risultati del progetto Action, lasciando poi spazio alla testimonianza d’impresa con il vicepresidente del settore tecnico ricerca e sviluppo dei cantieri San Lorenzo, Paolo Bertetti, il quale ha presentato i progetti dell’azienda, leader della cantieristica nautica italiana, sulla riduzione di consumi energetici e idrici e riduzione dei rifiuti. Si è passati, dunque, agli interventi tecnici con Daniela Cappelletti di Fabrica che ha trattato la cultura della sostenibilità e i quadri normativi di riferimento, con particolare attenzione alla nautica e alla valorizzazione del territorio. Pietro Adinolfi, di Fabrica, ha illustrato il Life Cycle Assessment e le 4R nella nautica sostenibile.

Rilevante anche il valore della comunicazione delle azioni sostenibili sottolineato da Luca Aschei dello Studio Aschei e associati con un intervento dal tema green economy e relazioni pubbliche per le PMI della nautica. Il dibattito è stato poi concluso con altre due case history aziendali nell’ottica dell’economia circolare nella filiera della nautica: i Cantieri Valdettaro con l’intervento del referente dell’area marketing Luca Erba e Motorvela srl con la titolare Federica Maggiani.

Il prossimo appuntamento online in programma si terrà giovedì 27 maggio dalle 16 alle 18. L’evento. Sarà anch’esso gratuito, previa iscrizione. Per maggiori informazioni e registrarsi all’evento si prega di consultare il sito www.liguria.cna.it o le pagine social di CNA Liguria

Questo articolo Liguria e nautica sostenibile: le opportunità per la filiera è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI