Lavoro stabile per gli under 35: entra in vigore il bonus giovani

L’esonero contributivo totale per l’occupazione giovanile stabile è stato riproposto con alcune novità. L’obiettivo è quello di incoraggiare l’occupazione giovanile, facilitando l‘ingresso dei giovani nel mercato del lavoro.

I datori di lavoro privati (esclusi quelli domestici) che assumono giovani operai e impiegati sotto i 35 anni, che non sono mai stati occupati a tempo indeterminato, tra il 1° settembre 2024 e il 31 dicembre 2025, beneficeranno dell’esonero dal pagamento del 100% dei contributi previdenziali, come previsto dall’articolo 22 del decreto-legge 7 maggio 2024, n. 60.
Questo incentivo si applica anche alla trasformazione di contratti da tempo determinato a tempo indeterminato.

Il limite mensile dell’agevolazione è di 500 euro, ma sale a 650 euro per le assunzioni in Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna. L’esonero non si applica ai contratti di apprendistato, è valido per un massimo di 24 mesi e non copre i premi e contributi INAIL.

Il beneficio è disponibile anche per chi ha avuto un contratto di apprendistato non trasformato in tempo indeterminato, e può essere utilizzato pro quota se il lavoratore viene assunto da un diverso datore di lavoro.

Per ottenere l’esonero, il datore di lavoro non deve aver effettuato licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti collettivi nei sei mesi precedenti l’assunzione nella stessa unità produttiva. Un licenziamento per giustificato motivo oggettivo nei sei mesi successivi all’assunzione incentivata comporta la revoca dell’esonero e il recupero dei benefici già fruiti.

L’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote contributive previsti dalla normativa vigente, ma è compatibile con la maggiorazione del costo ammesso in deduzione per nuove assunzioni di cui all’articolo 4 del decreto legislativo 30 dicembre 2023, n. 216.

Le modalità attuative saranno definite da un decreto, e l’incentivo sarà soggetto a preventiva autorizzazione della Commissione europea.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI