La mascherina che fa “stringere” le mani

Sostenibilità ed Etica nel progetto di Giacomo Giovannetti

Dalla quarantena può nascere un progetto 100% ecosostenibile? Assolutamente sì e ce lo dimostra Giacomo Giovannetti, titolare di Upupa & Colibrì, brand di abbigliamento indipendente a Senigallia.
Upupa & Colibrì ha creato molto più di una mascherina, si tratta di un simbolo, declinato in tre modelli di mascherine ecocompatibili, made in Italy, anzi, nate attraverso l’impiego esclusivo di aziende della filiera marchigiana, lavabili, traspiranti e soprattutto coloratissime, che ci accompagneranno in questa fase di progressivo ritorno alla socialità.
La loro specialità? Il concept artistico che custodiscono, l’immagine di una stretta di mano. Un gesto così semplice quanto impossibile da realizzare oggigiorno per via della sicurezza sul piano della salute. Allora le mani che si stringono le vediamo realizzate sulla bocca, sopra la mascherina che ci protegge, come a volerci rassicurare che anche se oggi non possiamo darci la mano domani torneremo a farlo, semplicemente guardandoci attraverso gli occhi.
Ma non è tutto, il progetto è realizzato in collaborazione con Simbio, Onlus che lavora nelle aree di Foresta Amazzonica. Per ogni mascherina vengono protetti 200mq di Foresta Amazzonica, ogni tre mascherine avremo protetto l’equivalente di un campo da calcio, con 50 mascherine possiamo proteggere la stessa superficie che occupa tutto il centro di Milano.
L’idea e il progetto di Giacomo rispondono quindi non solo a un bisogno effettivo, ma anche alla volontà di aiutare il pianeta, per prendere una posizione forte a livello comunicativo.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI