La Commissione adotta tre documenti per chiarire le norme esistenti relative alla libera circolazione delle merci

La Commissione Europea ha adottato tre documenti di orientamento per chiarire le norme esistenti sulla libera circolazione delle merci al fine di aiutare i cittadini europei, le imprese e le amministrazioni nazionali a sfruttare appieno il mercato unico.

In particolare, il primo documento è rappresentato dalla Guida all’attuazione del Regolamento 2019 sul mutuo riconoscimento delle merci offre informazioni dettagliate su vari aspetti del regolamento, tra cui la dichiarazione di reciproco riconoscimento per gli operatori, la valutazione delle merci per le autorità nazionali e i servizi di supporto forniti da SOLVIT centri e punti di contatto prodotti (PCP) LINK.

Il secondo documento è invece la Guida all’applicazione delle disposizioni dei trattati in materia di libera circolazione delle merci (articoli 34 – 36 TFUE) che mira a migliorare l’applicazione e l’esecuzione del diritto dell’UE in materia di libera circolazione delle merci tenendo conto della pertinente giurisprudenza del Corte di Giustizia dell’UE sugli ostacoli che possono ostacolare la libera circolazione delle merci nel mercato unico LINK.

Infine, la Commissione ha pubblicato le Linee guida sulla vigilanza del mercato delle merci che chiariscono l’articolo 4 del nuovo regolamento sulla vigilanza del mercato che mirano a rafforzare la vigilanza del mercato nell’UE ea garantire che i prodotti che raggiungono il mercato dell’UE, in particolare quelli venduti online, siano conformi alle norme UE sui prodotti LINK.

I documenti si basano sul piano d’azione per una migliore attuazione e applicazione delle norme del mercato unico e mirano ad affrontare le perturbazioni subite a seguito delle misure restrittive introdotte da alcuni Stati membri nel contesto della pandemia di COVID-19.

Questo articolo La Commissione adotta tre documenti per chiarire le norme esistenti relative alla libera circolazione delle merci è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI