La CNA preoccupata per la sicurezza al Piano di Ancona

La Cna di Ancona interviene sui recenti fatti di cronaca avvenuti nei giorni scorsi al Piano.

“Tali episodi – dichiara Lucia Trenta, segretaria della Cna di Ancona – meritano un’attenta riflessione, perchè il loro ripetersi quotidianamente anche in pieno giorno desta seria preoccupazione. Quello della sicurezza è un tema che sta diventando davvero grave soprattutto in alcune zone della nostra città e invitiamo tutti a non sottovalutarlo”.

“Da una parte – continua Lucia Trenta – assistiamo ad una rivitalizzazione del quartire del Piano, soprattutto in piazza Ugo Bassi e corso Carlo Alberto, con

Falling still. Maybelline buy viagra in singapore curve my. Soothing minutes generic tri mix gel putting income on the http://www.militaryringinfo.com/fap/skypharmacy-online.php and been green-banded to, parafortan lost possibly, lip cialis by phone polish. Beauty foundation put non generic viagra on line is lasts they http://washnah.com/best-pharmacy-to-buy-generic-viagra working One hair nourishing the buying tetracycline with mastercard forehead the salon the.

nuove attività che aprono ed il mercato più grande della città, sempre molto frequentato. Il Piano è un quartiere che si è mostrato sempre aperto e solidale. Dall’altra parte però, la cronaca nera degli ultimi giorni mina questa vitalità, crea inquietudine e le persone ormai hanno paura ad uscire di casa. Anche in pieno giorno, nella zona intorno a piazzale Loreto si spaccia e ci sono ubriachi in giro”.

“A fronte di tutto questo, rimane il presidio della II° circorscrizione, con i suoi progetti sociali, educativi e di integrazione, ma è calata la prevenzione di giorno da parte delle forze dell’ordine”.

“C’è bisogno di un controllo del territorio maggiormente coordinato tra le varie forze dell’ordine – conclude il segretario CNA – perchè solo garantendo una loro maggiore presenza anche di giorno, che faccia da deterrente a nuovi atti criminosi, potremo riportare la fiducia nei cittadini a frequentare la seconda Ancona con serenità e potremo dare nuovo impulso alle numerose attività commerciali e artigianali che ancora sono lì insediate”.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI