La CNA di Jesi chiede all’Amministrazione un incontro urgente su impatto e soluzioni circa la chiusura del Viale per i lavori sul cavalcavia

La CNA di Jesi, preso atto della nota arrivata la scorsa settimana da parte dell’Amministrazione comunale circa l’imminente chiusura del ponte sul cavalcavia, che di fatto taglierà in due il Viale della Vittoria, dal 17 aprile al 30 giugno, ha provveduto a confrontarsi con diverse attività presenti in prossimità del cantiere per raccogliere comprensibili preoccupazioni da una parte, ma anche proposte per alleviare il disagio al flussi veicolari e pedonali che verranno inevitabilmente limitati per un periodo piuttosto considerevole.

Questa la nota di Marco Silvi, Responsabile sindacale della CNA jesina: “L’imminente interruzione del traffico nel tratto di Viale della Vittoria, prossimo al ponte del cavalcavia, per quanto necessario per procedere con lavori di sistemazione della struttura urgenti e non rinviabili, comporterà ovvi disagi che, inevitabilmente, faranno sentire i loro effetti anche per le attività commerciali ed artigiane che si trovano in prossimità del cantiere.

Siamo in attesa dell’ordinanza di modifica della viabilità, annunciataci dal Sindaco Fiordelmondo con nota del 7 aprile scorso, nella quale dovranno essere riportati ulteriori accorgimenti per limitare i disagi, al contempo però, chiediamo un incontro urgente con l’Amministrazione, insieme alle altre categorie, per poter confrontarci nel dettaglio sulle possibili soluzioni, portando il punto di vista degli imprenditori che operano in zona.

In attesa di poter essere convocati quanto prima per questo tavolo di concertazione, proponiamo però sin da subito di rendere accessibili e gratuiti i parcheggi tra le due deviazioni di Via Papa Giovanni XXIII e di Via San Pietro Martire ed il cavalcavia. Inoltre, visto il periodo necessario per i lavori che andrà ad interessare anche la prima parte della stagione estiva, chiediamo il rigoroso rispetto della tabella di marcia del cantiere affinché da luglio tutto possa essere completato, a maggior ragione per garantire anche ai turisti in vista alla città durante l’estate, che ci aspettiamo essere numerosi, i migliori servizi e una grande ospitalità”.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI