Jesi ancora più preziosa con il successo della “Notte degli Ori”

Nonotante la pioggia pomeridiana, la prima edizione de “La Notte degli Ori” può essere archiviata come un successo per Jesi, per gli artigiani orafi e per tutti gli organizzatori.

Dai laboratori al convegno, dalla mostra alla nuova targa di “Via degli Orefici”, fino alla notte nei locali. I tanti appuntamenti che hanno arricchito, venerdì 30 giugno 2023, il centro storico di Jesi sono risultati un vero e proprio mix vincente.

La “Notte degli Ori” si è aperta, appunto, venerdì mattina con i laboratori orafi, quasi tutti sold out. Vere e proprie esperienze di approfondimento e di operatività che hanno coinvolto appassonaati, designer e studenti nelle tecniche e nella filosofia dell’arte orafa.

Grande interesse anche per il convegno delle ore 17.00 a Palazzo Biasaccioni: “Jesi è… Identità a confronto sul potenziale turistico della città“.

Tutte le identità jesine si sono confrontate sulle proprie specificità e quindi sul come agire in sinergia per trasformare queste eccellenze in un motore sempre accesso di attrattività per Jesi.

Il doppio taglio del nastro, prima della mostra “Grammatica Orafa” (aperta fino al prossimo 08 luglio – Orario: 10:30 – 13:00 / 16:30 – 19:30) e poi della nuova targa che identifica Via Pergolesi con il nome “popolare” con cui è consociuta in città: “Via degli Orefici“, appunto.

Ed infine la serata nei locali. Nonostante il tempo incerto , infatti, tanti locali hanno aderito con un proprio cocktail alla prima edizione della Notte degli Ori.

Un ottimo “primo passo” per questo nuovo evento che si prepara già a nuove edizioni. L’evento è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Jesi e nell’ambito del programma di iniziative “Tesori di Jesi”. Con la partecipazione di “Jesi città da Vivere” e “Jesi Vittoria”. Grazie al contributo di Il Centro Buffetti, Idrotermosolare, Remax Aequitas, Grilli Fabbrica alimentare, Mobili Serini e confidi Unico.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI