Il pacco sospeso degli artigiani Piceni

“Come CNA abbiamo pensato di aderire al progetto dell’Associazione Pas e dell’assessorato ai Servizi sociali del comune di Ascoli acquistando dai nostri artigiani, oltre ai beni primari, anche una tipologia di beni solo all’apparenza meno importanti, perché la cura della persona è anche segno di voglia e di speranza per un futuro migliore. Un sostegno a chi ha bisogno e un’occasione di lavoro in più per i nostri piccoli laboratori artigiani” spiega il direttore della CNA di Ascoli Piceno, Francesco Balloni.

Un taglio di capelli, un trattamento estetico o di cura alla persona, questo è il pacco “sospeso”, l’iniziativa promossa dalla CNA Picena e dai suoi artigiani associati, per donare un sostegno anche all’anima e all’umore delle persone che più ne hanno bisogno in un Natale diverso e più difficile del solito.

Così la CNA di Ascoli Piceno contribuisce all’iniziativa dell’Associazione Pas (Polo di accoglienza e solidarietà) che, in sinergia con il Comune di Ascoli Piceno, sta approntando per le festività centinaia di pacchi di sostegno e di buoni per l’acquisto di beni e servizi destinati alle famiglie maggiormente in difficoltà dal punto di vista economico.

“Sostegno alle nostre piccole imprese e solidarietà sul territorio – conclude il presidente della CNA Picena, Luigi Passaretti – una piccola missione, per così dire natalizia, che dovrà diventare azione ampia, strutturata e diffusa per un 2021 dove speranze e difficoltà andranno avanti inevitabilmente, e a braccetto, per un lungo periodo”.

 

Questo articolo Il pacco sospeso degli artigiani Piceni è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI