Il futuro di Ancona è nell’Area Vasta

I recenti dati sul calo della popolazione residente nel capoluogo di Ancona e più in generale nel territorio, impongo una riflessione più ampia. Crediamo fermamente che la città di Ancona abbia oggi più che mai tutte le condizioni politiche, demografiche e infrastrutturali per mantenere il ruolo che riveste nel panorama regionale, allargando però la propria sfera d’influenza nell’ambito dell’area vasta.
Come già proposto qualche anno fa, è opportuno instaurare un ragionamento fra le istituzioni e le rappresentanze degli interessi economici e sociali per condividere l’avvio di un progressivo allargamento dell’area di influenza anconetana, a nord e sud della città, per step progettuali. Si tratterebbe di mutuare accordi già in essere in aree omogenee della regione avviando il progressivo allargamento della condivisioni di servizi con gli altri comuni limitrofi, nel rispetto di ogni singola realtà amministrativa. Al centro ci sono ovviamente le valutazioni politiche, la base di una vera e propria evoluzione positiva per tutte le parti in causa. Semplificazione ed armonizzazione delle procedure e documentazioni burocratiche, erogazione efficiente dei servizi ai cittadini, pianificazione di uno sviluppo armonico in una visione di sistema territoriale più ampio ed ordinato. Questi sono solo alcuni filoni su cui tale percorso convergente potrebbe generare benefici nel medio periodo e rispetto ai quali la CNA, nell’interesse delle proprie imprese, invita gli attori del territorio, a valutare.
 
di Massimiliano Santini
Direttore CNA Territoriale di Ancona

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI