Il Decreto aiuti quater proroga a dicembre i bonus energia per le imprese

 

Il Decreto aiuti quater approvato in data 10 novembre di cui al link: 0. DL AIUTI QUATER 10.11.2022 – ore 11.50 per diramazione reca novità in tema di bonus energia per le imprese.

In particolare, tra le altre novità a sostegno delle famiglie e delle imprese, l’art. 1 della bozza di Decreto prevede un Contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale, per il mese di dicembre 2022

sostanzialmente estende anche al mese di dicembre quanto previsto dal dl 144/2022 per ottobre e novembre.
Inoltre, l’utilizzo in compensazione in F24 crediti maturati per l’ultimo trimestre 2022 è previsto fino al 30 giugno 2023.

Nel dettaglio, il comma 1 dell’art 1 del DL Aiuti quater prevede che anche per dicembre si applicheranno le misure dei crediti energia e gas previste per ottobre e novembre:

40% relativamente al costo dell’energia elettrica per le imprese energivore;
30% per il costo dell’energia delle imprese non energivore;
40% per il gas delle imprese gasivore
40% per le imprese non gasivore.

Inoltre il comma 3 dell’art 1 in bozza, allunga il periodo di tempo a disposizione delle imprese per utilizzare in compensazione i crediti di imposta

Sia per i crediti che matureranno sulle spese di dicembre 2022, quanto per quelli già previsti dal decreto 144/2022 per i mesi di ottobre e novembre, e in particolare viene fissato al 30 giugno 2023 il termine entro il quale poter utilizzare. Il DL 144/2022 attualmente in vigore prevedeva un utilizzo entro il 31 marzo 2023.

In merito alla cessione degli stessi crediti d’imposta il comma 4 dell’art 1 del DL Aiuti quater prevede che il cedente dovrà richiedere il visto di conformità ed effettuare la comunicazione telematica alle Entrate. 

Viene specificato che la modulistica per comunicare la cessione e i termini per effettuarla dovranno essere stabiliti da un nuovo provvedimento delle Entrate che aggiornerà quello già in vigore.

L’utilizzo di tutti i crediti da parte del cessionario potrà avvenire entro il 30 giugno 2023.

Infine, entro il 16 marzo 2023, le imprese che usufruiscono dei crediti d’imposta relativi al mese di dicembre 2022 devono trasmettere all’Agenzia, a pena di decadenza dal diritto di utilizzo del credito residuo, una comunicazione sull’importo del credito maturato nell’esercizio 2022.

L’Agenzia delle Entrate dovrà stabilire contenuto e modalità di presentazione della comunicazione che sostituisce quella prevista per i crediti relativi al terzo trimestre 2022 fissata al 16 febbraio 2023 dal comma 8 dell’articolo 1 del Dl 144/2022, ora abrogato.

 

Hai subito un forte rincaro del costo dell’energia rispetto al 2019?
Con CNA puoi chiedere subito il credito di imposta!

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI