Il Credito di imposta sul caro energia scade il 16 Marzo

Novità importante per il Credito di Imposta sul caro energia. Si potrà comunicare solo entro il prossimo 16 marzo il totale del credito maturato e non utilizzato nel 2022. Oltre questa data si perderà, di fatto, l’opportunità di usufruire di tale beneficio fiscale.

Il Credito di Imposta è una misura importante che permette alle aziende, con un contatore luce con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW (solitamente è equivalente ad una potenza impegnata pari o superiore a 15 kW), che hanno subito un incremento del costo a KWh superiore al 30% del prezzo di acquisto della componente energia elettrica (calcolato rispetto al 2022 al netto di imposte ed eventuali sussidi) rispetto 2019, di ottenere uno sgravio fiscale pari al 15% della spesa sostenuta per l’energia elettrica acquistata ed effettivamente utilizzata. Ad oggi è ancora possibile calcolare e quindi usufruire di questo Credito sulla base del 3° e 4° trimestre 2022 e i relativi trimestri del 2019.

Stesso discorso per il Caro-Gas. Il provvedimento riguarda le aziende non gasivore che possono usfruire di uno sgravio pari al 25% della spesa sostenuta per il gas naturale acquistato ed effettivamente utilizzato.

La possibilità di utilizzare tale crediti è stata prorogata al 30/09/2023 ma la comunicazione all’Agenzia delle Entrate (Tramite specifico Modulo che puoi scaricare qui) va fatta tassativamente entro il 16 marzo 2023.

Vuoi saperne di più e non perdere questa opportunità?

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI