Fita CNA ribadisce la necessità di destinare la zona silos del porto a banchina per merci

Nella caccia alle ultime aree libere all’interno del porto di Ancona, di cui si sta discutendo in questi giorni in seguito anche all’annuncio dell’ampliamento di Fincantieri, si reinserisce la Fita Cna, che ribadisce la impellente necessità che l’area attualmente dedicata ai silos venga adibita a banchina per merci.
Si tratta di svariati metri lineari di banchine e Cna Fita vede questa zona come una grande opportunità per lo sviluppo del porto commerciale che ha cronica fame di spazi per sviluppare i traffici.
La richiesta, che proviene dal mondo dell’autotrasporto targato Cna, è motivata quindi dalla scarsità di spazi a loro destinati, che è causa di problemi di competitività e velocità delle operazioni, quindi anche di scarsa sicurezza per gli operatori.
Cna quindi ribadisce ancora una volta la sua proposta: destinare quell’area ad un allargamento del terminal merci come soluzione più appropriata per la funzionalità e competitività del porto, accanto ad un ripensamento dell’organizzazione del terminal.  
Ufficio Stampa: DANIELA GIACCHETTI

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI