Corretto utilizzo di Google Analytics

Poche settimane fa lo aveva fatto il Garante Privacy Austriaco, ora è la volta dell’Autorità Garante della protezione dati Francese (CNIL). La CNIL (Commission nationale de l’informatique et des libertés) ha ritenuto illegittimi i trasferimenti di dati di utenti francesi oltreoceano in virtù dell’utilizzo di Google Analytics da parte di un sito web e ha ordinato al “gestore di un sito web francese di conformarsi al GDPR e, se necessario, di smettere di usare questo servizio nelle condizioni attuali”, il gestore del sito ha 1 mese di tempo per conformarsi.

Il CNIL ha aggiunto che sebbene Google abbia introdotto misure aggiuntive per la gestione dei trasferimenti di dati relativamente al servizio di Google Analytics, queste “non sono sufficienti per escludere l’accessibilità di questi dati per i servizi segreti americani” e per tale motivo esiste “un rischio per gli utenti francesi di siti web che utilizzano questo servizio e i cui dati vengono esportati”.

La decisione fa seguito alle segnalazioni avanzate dall’associazione NOYB (la stessa che aveva proposto il reclamo avanti l’autorità austriaca, così come avanti le altre Autorità europee, si parla di 101 reclami).

La CNIL nella sua analisi ha ricordato che “i trasferimenti verso gli Stati Uniti non sono attualmente sufficientemente regolamentati. In effetti, in assenza di una decisione di adeguatezza (che stabilirebbe che questo paese offre un livello sufficiente di protezione dei dati rispetto al GDPR) per quanto riguarda i trasferimenti verso gli Stati Uniti, il trasferimento di dati può avvenire solo se vengono fornite garanzie adeguate per questo flusso in particolare”, cosa non avvenuta nel caso di un sito francese che utilizzava Google Analytics.
La CNIL ha raccomandato che gli strumenti di misurazione del pubblico come Google Analytics “siano utilizzati solo per produrre dati statistici anonimi”.

FONTE: CNIL decisione 10/02/2022

Per maggiori informazioni o contatti – Servizio Privacy e Cyber Security

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI