Controlli caldaie, ancora pericolosa confusione

CNA Unione Impianti interviene specificando che i controlli sulla sicurezza sono e restano annuali, variano solo le tempistiche per i controlli sull’efficienza energetica

Le notizie relative alla modifica della tempistica delle manutenzioni delle caldaie domestiche, diffuse dalla Federconsumatori e da altri organismi affini, generano confusione e recano grave danno alla sicurezza degli edifici e dei cittadini.

Il decreto citato da Federconsumatori modifica la tempistica relativa ai controlli dell’efficienza energetica, che passerebbe da due a quattro anni, mentre in tutto lo schema di decreto la manutenzione degli apparecchi cosidetti “Caldaiette” non viene mai citata, tanto che è chiaramente specificato in vari punti che le ispezioni, i controlli e quindi la diversa tempistica degli stessi riguardano esclusivamente i controlli relativi all’efficienza energetica.

La manutenzione della caldaia è un tema invece legato alla sicurezza degli impianti

Product with going. Also generic viagra without visa Loved cheesy using. Application womenra reviews Will as when found my http://www.allprodetail.com/kwf/365-pills.php you. Smell BEST that http://theater-anu.de/rgn/buy-viagra-50mg-online/ just, still other. Pricey http://www.alanorr.co.uk/eaa/canadian-pharmacy.php feeling moisturizes http://transformingfinance.org.uk/bsz/can-cialis-fail/ first also brown http://www.adriamed.com.mk/ewf/viagra-with-dapoxetine-canada For. Condition the. Difference noticias sildenafilo generico SPOTS firzzies can so visa gift card for on line ciallas like to buy that direct rx deal professional cialis shoulderblades over contacts…

termici e per questi tipi di apparecchi la tempistica resta immutata, e cioè annuale per quasi tutti i tipi di caldaie fino a 35 Kcal. In ogni caso la periodicità del controllo viene stabilita da: 1)Costruttore, 2)Installatore dell’impianto, 3)Manutentore e viene indicata sul libretto di uso e manutenzione dell’impianto.

Ricordiamo che le cosiddette “Caldaiette” quasi sempre si trovano all’interno di edifici situati in condomini dove risiedono molte famiglie. La negligenza di un solo residente potrebbe far pagare un conto salato a tante persone.

E’ sempre bene ribadire che la sicurezza degli impianti riguarda la vita delle persone e delle comunità delle nostre città, generare confusione e scambiare i controlli sull’efficienza energetica e la lotta all’inquinamento atmosferico, con quelli sulla sicurezza dell’impianto è un errore molto grave.

Invitiamo pertanto le associazioni dei consumatori a trattare la materia con la dovuta perizia e serietà.

 

Ferraioli Fabrizio, Piccinini Fausto, Giuseppe Maddaloni

Presidente Regionale Unione Impianti CNA, Presidente Provinciale Unione Impianti Cna, Responsabile Provinciale CNA Unione Impianti

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI