Consistenza imprese 2023: la Zona Sud soffre meno della media provinciale

La CNA Zona Sud di Ancona ha analizzato i dati della consistenza delle imprese nelle tre principali città: cala lo stock di imprese ma in misura minore rispetto alla media provinciale e alla città capoluogo.

La CNA di Zona Sud di Ancona e il Centro Studi Sistema CNA hanno elaborato i dati Infocamere sulla consistenza numerica delle imprese nel 2023 per i comuni di Osimo, Castelfidardo e Loreto. Emerge un quadro difficile, con cali generalizzati del numero di imprese ma sicuramente meno “traumatico” rispetto al dato provinciale e del capoluogo di regione.
Il comune di Osimo registra un saldo negativo, rispetto al 2022, pari a -165 imprese (-5,46%), il dato peggiore degli ultimi 10 anni. Il trend negativo continua con perdite sullo stock di imprese del 2022 che già aveva visto una perdita consistente (-92 imprese). In 10 anni la città dei senza testa ha perso -328 imprese con un calo del -10,10%.

Tabella 1

Stock totale delle imprese della città di Osimo dal 2014 al 2023 e relative differenze

Anno

Consistenza

Differenza

%

2014

3246

 

 

2015

3215

31

0,955022

2016

3226

11

0,342146

2017

3254

28

0,867948

2018

3184

-70

-2,1512

2019

3133

-51

-1,60176

2020

3097

-36

-1,14906

2021

3113

16

0,516629

2022

3021

-92

-2,95535

2023

2856

-165

-5,46177

TOTALE

 

-328

-10,1047

Entrando nei dettagli di ogni singolo settore, quelli dove la consistenza numerica è più significativa e ci permette di avere una tendenza più certa, non si notano anomalie sulle tendenze già in atto in tutta la provincia. Si registrano così cali vistosi nel commercio (-9,3%), nel turismo e ristorazione (-7,3%), nelle costruzioni (-6,9%) e nell’agricoltura (- 6,7%).

Tabella 2

Stock delle imprese della città di Osimo per codice Ateco degli anni 2022 – 2023 e relative differenze percentuali.

AN-34 Osimo

2022

2023

var.ass.

var.%

a agricoltura, silvicoltura e pesca

402

375

-27

-6,7

b estrazione di minerali da cave e miniere

1

1

0

0,0

c attività manifatturiere

348

339

-9

-2,6

d fornitura energia elettrica, gas, …

15

15

0

0,0

e fornitura acqua; reti fognarie, gestione rifiuti

6

5

-1

-16,7

f costruzioni

520

484

-36

-6,9

g commercio e riparazione autoveicoli e moto

733

665

-68

-9,3

h trasporto e magazzinaggio

77

72

-5

-6,5

i attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

109

101

-8

-7,3

j servizi di informazione e comunicazione

68

64

-4

-5,9

k attività finanziarie e assicurative

70

71

1

1,4

l attività immobiliari

207

209

2

1,0

m attività professionali, scientifiche e tecniche

120

121

1

0,8

n noleggio, ag. viaggio, servizi supporto imprese

111

104

-7

-6,3

o amm. pubblica e difesa; assic. sociale obblig.

0

0

0

#DIV/0!

p istruzione

12

12

0

0,0

q sanità e assistenza sociale

21

23

2

9,5

r attività artistiche, sportive, intratten. divert.

37

31

-6

-16,2

s altre attività di servizi

163

164

1

0,6

t attività di famiglie e convivenze datori lavoro

0

0

0

#DIV/0!

non class.

1

0

-1

-100,0

TOTALE

3021

2856

-165

-5,

5

Nella città fidardense lo scenario non cambia. Anche in questo caso assistiamo a un dato congiunturale negativo, un dato però migliore di quello osimano: rispetto al 2022 le imprese di Castelfidardo calano di 68 unità (-4,29%) e rispetto al 2014 le imprese passano da 1634 a 1518 (-116 pari al -7,10%). Un calo importante ma minore rispetto alle città limitrofe.

Tabella 3

Stock totale delle imprese della città di Castelfidardo dal 2014 al 2023 e relative differenze

ANNO

CONSISTENZA

DIFFERENZA

%

2014

1634

 

 

2015

1633

-1

-0,0612

2016

1618

-15

-0,91855

2017

1643

25

1,545117

2018

1632

-11

-0,66951

2019

1612

-20

-1,22549

2020

1601

-11

-0,68238

2021

1601

0

0

2022

1586

-15

-0,93691

2023

1518

-68

-4,28752

TOTALE

 

-116

-7,09914

L’analisi per codici Ateco mostrano un andamento tendenziale in linea con le altre città limitrofe: anche nella città della fisarmonica cala il commercio (-7,4%), il turismo e ristorazione (-6,3%) e il comparto agricolo (-5,5%). Il settore delle costruzioni perde un -3,9% ma fa meglio di quello osimano.

Tabella 4

Stock delle imprese della città di Castelfidardo per codice Ateco degli anni 2022 – 2023 e relative differenze percentuali.

AN-10 Castelfidardo

2022

2023

var.ass.

var.%

a agricoltura, silvicoltura e pesca

145

137

-8

-5,5

b estrazione di minerali da cave e miniere

0

0

0

#DIV/0!

c attività manifatturiere

363

352

-11

-3,0

d fornitura energia elettrica, gas, …

8

8

0

0,0

e fornitura acqua; reti fognarie, gestione rifiuti

3

3

0

0,0

f costruzioni

255

245

-10

-3,9

g commercio e riparazione autoveicoli e moto

353

327

-26

-7,4

h trasporto e magazzinaggio

24

23

-1

-4,2

i attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

64

60

-4

-6,3

j servizi di informazione e comunicazione

29

28

-1

-3,4

k attività finanziarie e assicurative

29

28

-1

-3,4

l attività immobiliari

103

101

-2

-1,9

m attività professionali, scientifiche e tecniche

53

52

-1

-1,9

n noleggio, ag. viaggio, servizi supporto imprese

48

45

-3

-6,3

o amm. pubblica e difesa; assic. sociale obblig.

0

0

0

#DIV/0!

p istruzione

5

6

1

20,0

q sanità e assistenza sociale

9

8

-1

-11,1

r attività artistiche, sportive, intratten. divert.

17

17

0

0,0

s altre attività di servizi

78

78

0

0,0

t attività di famiglie e convivenze datori lavoro

0

0

0

#DIV/0!

non class.

0

0

0

#DIV/0!

TOTALE

1586

1518

-68

-4,3

Nel comune di Loreto il trend è il medesimo dei comuni limitrofi ma con una peculiarità: la perdita di imprese in 10 anni è pari a -106 (-10,68%), ma rispetto al 2022 la perdita risulta la più bassa di zona con un -27 (pari al 2,96%). Il calo di imprese nella città mariana è più omogeneo, spalmato su più anni, rispetto invece al calo drastico di Castelfidardo e Osimo che fanno registrare perdite nel 2023 dal 4% in su. Loreto quindi sembrerebbe invece continuare in un lento declino intrapreso già alcuni anni fa, più costante e meno impetuoso.

Tabella 5

Stock totale delle imprese della città di Loreto dal 2014 al 2023 e relative differenze

ANNO

CONSISTENZA

DIFFERENZA

%

2014

992

 

 

2015

997

5

0,504032

2016

988

-9

-0,90271

2017

971

-17

-1,72065

2018

964

-7

-0,72091

2019

940

-24

-2,48963

2020

931

-9

-0,95745

2021

932

1

0,107411

2022

913

-19

-2,03863

2023

886

-27

-2,95728

  

-106

-10,6855

Per quanto concerne i singoli settori, anche in questo caso sono gli agricoltori (-8,2%) il commercio (-7,8%) e le costruzioni (-6,7%) a soffrire per questa moria di imprese. A differenza però delle altre due prime città di zona, Loreto fa anche registrare qualche dato positivo inaspettato con il +3,5% nel settore del turismo e della ristorazione e l’aumento del (23,5%) delle attività di servizio di comunicazione è informazione.

Tabella 6

Stock delle imprese della città di Loreto per codice Ateco degli anni 2022 – 2023 e relative differenze percentuali.

AN-22 Loreto

2022

2023

var.ass.

var.%

a agricoltura, silvicoltura e pesca

73

67

-6

-8,2

b estrazione di minerali da cave e miniere

0

0

0

#DIV/0!

c attività manifatturiere

125

121

-4

-3,2

d fornitura energia elettrica, gas, …

2

2

0

0,0

e fornitura acqua; reti fognarie, gestione rifiuti

1

1

0

0,0

f costruzioni

135

126

-9

-6,7

g commercio e riparazione autoveicoli e moto

230

212

-18

-7,8

h trasporto e magazzinaggio

17

18

1

5,9

i attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

85

88

3

3,5

j servizi di informazione e comunicazione

17

21

4

23,5

k attività finanziarie e assicurative

18

20

2

11,1

l attività immobiliari

58

57

-1

-1,7

m attività professionali, scientifiche e tecniche

35

34

-1

-2,9

n noleggio, ag. viaggio, servizi supporto imprese

26

28

2

7,7

o amm. pubblica e difesa; assic. sociale obblig.

0

0

0

#DIV/0!

p istruzione

13

13

0

0,0

q sanità e assistenza sociale

6

6

0

0,0

r attività artistiche, sportive, intratten. divert.

14

13

-1

-7,1

s altre attività di servizi

58

59

1

1,7

t attività di famiglie e convivenze datori lavoro

0

0

0

#DIV/0!

non class.

0

0

0

#DIV/0!

TOTALE

913

886

-27

-3,0

“Siamo di fronte a un importante mutamento socio economico: sono 10 anni che in tutta la zona assistiamo ad una perdita di imprese. Questi dati però, come abbiamo più volte rilevato, devono anche essere letti con accanto i dati su occupazione e fatturati. Da quanto possiamo apprendere dai dati di Trend Marche, fatturati e occupazione tengono e per tale ragione possiamo ipotizzare che le imprese diminuiscono, ma quelle che restano sul mercato tendono a diventare più forti e grandi – commenta Andrea Cantori, segretario della CNA di Zona SudSiamo quindi di fronte ad una dura selezione del mercato delle imprese. La peculiarità della zona Sud di Ancona sta nel fatto che questo trend negativo è meno accentuato rispetto all’andamento provinciale e del capoluogo di regione – Conclude Cantori.

Probabilmente tale fenomeno è dovuto al fatto che rispetto ad Ancona le tre città di zona Sud di Ancona hanno un peso del Commercio (uno dei comparti più in cristi) meno rilevante, mentre è più forte la componente del comparto produttivo. Questo potrebbe spiegare anche la migliore performance in 10 anni di Castelfidardo, dove l’industria manifatturiera è sicuramente la parte più importante dell’economia cittadina e i servizi e il commercio invece sono sicuramente minori.”

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI