CNA rinnova la propria collaborazione con la Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Ue

Una costante ed efficace collaborazione per la difesa delle piccole e medie imprese italiane. È questo il principale messaggio emerso oggi nel confronto tra la CNA e la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione europea.

 

Il webinar “NEXT GENERATION EU E POLITICHE PER LA COMPETITIVITÀ’ EUROPEA: un’occasione per una ripresa sostenibile delle piccole imprese italiane” ha rappresentato il primo di una serie di incontri organizzati da CNA Bruxelles che, come illustrato da Elisa Vitella, Responsabile dell’’Ufficio, mirano a facilitare la comprensione delle dinamiche in corso ed a rafforzare il collegamento con il livello europeo.

 

Visto il ruolo importante che l’Unione Europea sta giocando in questi mesi nel sostenere i Paesi membri nel contrasto alla pandemia e per la loro ripresa, la CNA ha voluto dedicare questo primo webinar proprio a Next Generation EU e alle politiche di sostegno per la competitività delle imprese, in particolare piccole e medie, nell’ambito della nuova programmazione comunitaria 2021-2027.

 

In apertura dei lavori, il Vicepresidente nazionale di CNA con delega all’Europa, Giuseppe Oliviero, ha sottolineato come il dialogo e i rapporti continui consolidati da CNA con la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE, così come con tutte le Istituzioni europee, rappresentino un qualificato e strategico strumento di relazione Istituzionale per valorizzare la rappresentanza degli interessi dell’artigianato e delle piccole imprese italiane.

 

Il Responsabile dell’ufficio politiche comunitarie di CNA, Claudio Cappellini, ha ribadito il ruolo strategico dell’Ue per le PMI italiane nella loro ripresa dalla crisi causata dal COVID-19 e il lavoro portato avanti da CNA in seno alla propria organizzazione di rappresentanza europea, SME United.

 

Nel corso del webinar, il Rappresentante Permanente Aggiunto, l’Ambasciatore Michele Quaroni, ha illustrato le tappe europee successive alla presentazione dei Piani nazionali alla Commissione europea (entro il 30 aprile p.v.) che porteranno alla loro validazione e all’erogazione delle risorse messe destinate ai singoli Stati membri.

Infine, è entrato nel merito delle opportunità di medio e lungo periodo rappresentate dai nuovi programmi settoriali europei 2021 -2027, ribadendo come solo una conoscenza approfondita del loro funzionamento ed una preparazione adeguata delle imprese possa assicurare una migliore partecipazione e accesso delle PMI a questi strumenti.

 

In questo senso, nei prossimi webinar di “IN LINEA CON BRUXELLES”, l’Ufficio CNA BRUXELLES coinvolgerà i funzionari della Rappresentanza italiana e della Commissione europea per permettere al Sistema CNA di comprendere le caratteristiche e le regole di partecipazione dei nuovi programmi europei.

Questo articolo CNA rinnova la propria collaborazione con la Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Ue è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI