CNA incontra il Ministro del turismo Massimo Garavaglia

“La CNA è un’associazione seria e negli ultimi due anni di crisi si è comportata in modo serio. La pandemia ha provocato profonde cicatrici nelle nostre imprese e sarebbe stato più comodo alzare la voce, protestare. Invece ancora una volta abbiamo deciso di essere responsabili, confrontandoci con il ministero e l’intero governo”. Con queste parole il Presidente Nazionale di CNA, Dario Costantini, ha concluso l’incontro con il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia che si è svolto presso la sede della Confederazione.

Costantini ha sottolineato la grande passione che anima le piccole imprese ed è per questo che “c’è una moda recente che infastidisce: troppo facilmente le nostre imprenditrici e i nostri imprenditori ricevono pacche sulla spalla, i turisti stanno tornando e quindi è tutto a posto, ma quelle pacche non rimarginano le cicatrici economiche. Non si rimargineranno con qualche week end e nemmeno con una stagione turistica positiva. Le nostre imprese sono pronte ad affrontare le sfide impegnative, credono nel futuro. Sono donne e uomini animati da una forte passione e non hanno mai mollato, nonostante le tante difficoltà”.

Il Ministro Garavaglia ha risposto alle domande del giornalista Lao Petrilli affrontando tutti i temi di attualità e indicando che si registrano numeri positivi nel turismo ma ora serve trasformare il rimbalzo in un trend strutturale.

L’incontro è stato aperto dal Coordinatore nazionale di CNA Turismo e Commercio, Cristiano Tomei, che ha indicato i dossier sui quali “siamo pronti a lavorare con il Ministero per far tornare l’Italia una superpotenza del turismo”.

Il Presidente di CNA Turismo e Commercio Marco Misischia si è soffermato sulle priorità per il settore a partire dalla promozione che avrà tra i principali elementi la creazione del Digital Hub.

Questo articolo CNA incontra il Ministro del turismo Massimo Garavaglia è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI