Cna Fabriano contro il lavoro nero

FABRIANO – Si è svolto ieri presso la sede della Cna di Fabriano, l’incontro tra le presidenze territoriali di Fabriano e Sassoferrato e la Presidenza provinciale della Cna di Ancona .
Svariati i temi al centro della riunione, dalla crisi del distretto alle iniziative intraprese e da intraprendere nel corso del 2012 per aiutare un tessuto produttivo sempre più in difficoltà nel fronteggiare questa difficile situazione.
Tra i temi maggiormente sentiti dagli imprenditori è emerso quello relativo alla lotta all’abusivismo e contrasto del lavoro nero, che a causa delle crisi dei maggiori gruppi  industriali che hanno interessato il nostro territorio ha raggiunto livelli insopportabili ed inaccettabili per le nostre aziende che oltre alla crisi devono far fronte alla concorrenza sleale di chi lavora in  nero e di chi opera nell’illegalità diffusa.
Questa concorrenza sleale riduce sensibilmente il fatturato ed i ricavi delle nostre imprese, che tra l’altro operando alla luce del sole sono esposte a numerosi controlli da parte degli organi di vigilanza, che in alcuni casi mettono a dura prova il grado di sopportazione dei singoli imprenditori con contestazioni più formali che di sostanza, con l’intento da parte di quest’ultimi di far cassa a tutti i costi.
Come associazione  siamo pronti ad affrontare e contrastare questo fenomeno, lanciando un chiaro segnale a chi opera nell’illegalità. Affinché si arrivi ad un contrasto serio nei confronti del lavoro nero, occorre operare in sinergia con altri enti, forze di polizia, ispettorato del lavoro ed enti locali.
Quest’ultimi possono rivestire un ruolo importante in quanto sono a diretta conoscenza della vita economica e produttiva locale, inoltre visto la crisi che attanaglia il nostro comprensorio, hanno tutto l’interesse nel combattere tale fenomeno, tenuto conto che dal contrasto alla pratica del lavoro nero si potrebbero recuperare ingenti risorse per la collettività, magari utilizzandole per attenuare la tassazione locale in favore delle imprese che creano lavoro e rispettano le norme  e pagano le tasse.
La difesa del tessuto produttivo esistente passa inevitabilmente anche attraverso il contrasto e la lotta all’abusivismo, una battaglia di civiltà e di equità, sarebbe un segnale molto importante nei confronti delle imprese e dei cittadini onesti di questa comunità, che a causa della crisi sono chiamati a fare grandi sacrifici.

CNA ZONA FABRIANO
 

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI