CNA e Comune di Sassoferrato presentano il progetto “Marketing Divicinato” a supporto del commercio

Il periodo storico che stiamo vivendo risulta essere particolarmente complesso e problematico per molte imprese in differenti settori, tra gli altri, le microimprese che operano nei borghi delle aree interne si trovano a dover far fronte ad ulteriori ostacoli di natura sociale, demografica e quindi anche economica.

A questa particolare tipologia di imprese si rivolge il progetto di “Marketing Divicinato” ideato dalla CNA di Ancona e volto ad offrire agli esercenti dei piccoli Comuni un vero e proprio percorso formativo articolato in cinque differenti lezioni attraverso il quale gli stessi possono migliorare le proprie competenze a livello comunicativo e di marketing, arrivando a poter gestire in piena autonomia i propri canali di comunicazione, oggi strumenti essenziali per competere al meglio sul mercato.

Il progetto formativo affronterà i temi delle strategie di local marketing attraverso l’approfondimento degli strumenti Facebook, Instagram, Whatsapp, Google my Business e Canva.

L’Amministrazione comunale di Sassoferrato ha deciso di adottare questo metodo per offrire ai propri imprenditori, in particolare operanti nel settore del commercio, l’opportunità di poter acquisire gratuitamente queste fondamentali competenze e rendere più attrattive e competitive le singole realtà. Il corso si svolgerà presso la biblioteca comunale tutti i lunedì dal 3 giugno al 1° luglio, nella fascia oraria 10-13.

Così Marco Silvi, Segretario della CNA di Fabriano e Area Montana: “I paesi dell’entroterra devono oggi far fronte ad un calo demografico, che è diventato un fenomeno spesso strutturale e comunque costante. Questo comporta inevitabilmente una contrazione nei flussi dei potenziali clienti a cui le attività, in particolare del commercio ma non solo, si rivolgono.

La volontà di intraprendere politiche volte a contrastare questa tendenza deve essere imperativo per chi amministra questi territori come invece per chi ha qui la propria attività commerciale, risulta altrettanto imperativo il poter strutturare e padroneggiare nuove metodologie di comunicazione e di vendita che possano superare le problematiche geografiche e dare nuova linfa alle imprese.

Da questa chiara esigenza nasce il nostro progetto e tengo a ringraziare l’Amministrazione di Sassoferrato per la sensibilità dimostrata nel confronti delle proprie attività commerciali, anche perché non dobbiamo mai dimenticare che le imprese offrono servizi ed i servizi rendono vivibile ed appetibile la comunità. Se chiudono i negozi, i primi a rimetterci sono i cittadini ed in questo senso il Comune di Sassoferrato ha dimostrato consapevolezza e lungimiranza nel voler affrontare con decisione un problema strutturale che, se sottovalutato, rischia seriamente di portare alla completa desertificazione dei nostri bellissimi borghi.”

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI