CNA Copparo, bisogna passare dalle parole ai fatti

Dobbiamo passare dalle parole ai fatti, dai progetti alla loro concreta realizzazione. È un nostro preciso dovere, ed è anche molto urgente, se vogliamo che l’area di Copparo si risollevi dall’emergenza di questi mesi. Per ottenere risultati dobbiamo guardare al nostro territorio in un’ottica complessiva, superando i confini tra Comuni, ponendoci obiettivi di ampio respiro”. È questo l’invito lanciato da Paolo Mazzini, presidente della CNA di Copparo, in occasione dell’ultimo incontro in videoconferenza con sindaci e rappresentanti dei Comuni dell’area.

Come CNA abbiamo individuato una serie di priorità, illustrate in diverse occasioni – ha spiegato Mazzini – che consideriamo irrinunciabili per il rilancio del nostro territorio. All’inizio del prossimo anno faremo il punto della situazione, e vedremo quali sono le proposte che le istituzioni vogliono fare proprie”. Rilancio del turismo attraverso la creazione di percorsi ad hoc, valorizzazione dei mestieri artigiani tradizionali in collaborazione con le scuole, creazione di un’area produttiva per insediamenti di nuove imprese, maggiore impegno per la sicurezza e completamento della tangenziale est per il collegamento con Ferrara. Sono questi i principali punti programmatici individuati da Paolo Mazzini durante l’incontro.

Dai rappresentanti delle istituzioni sono arrivate valutazioni positive sulle proposte di CNA Copparo. “Non c’è dubbio che, se vogliamo rilanciare il nostro settore turistico creando dei percorsi ad hoc, dobbiamo ragionare in un’ottica di territorio” ha affermato la sindaca di Tresignana Laura Perelli.

“Il nostro progetto di riqualificazione della golena del Po a Ro si inserisce bene nell’idea di progettualità territoriale che la CNA ci sta proponendo” ha aggiunto Raffaella Nalli, assessore al bilancio e al territorio del Comune di Riva del Po.

“Stiamo mettendo a punto una proposta innovativa per le imprese che vorranno insediarsi a Copparo in area produttiva;” – ha spiegato il sindaco di Copparo, Fabrizio Pagnoni, che ha anche ricordato l’impegno del comune per la ristrutturazione della storica Villa Mensa, punto di riferimento cruciale per le prospettive turistiche del territorio – intendiamo essere sempre presenti nelle sedi in cui si progetta il futuro del territorio”. Un’esigenza condivisa dal vicesindaco di Riva, Alberto Astolfi, che ha ringraziato CNA per la coerenza con cui crea momenti di confronto tra istituzioni e mondo imprenditoriale.

Clicca qui per leggere altre notizie della categoria.

Questo articolo CNA Copparo, bisogna passare dalle parole ai fatti è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI