CNA Ancona partner di un progetto europeo per la crescita della blue economy sulle due sponde dell’Adriatico

Applicare alla Blue Economy i principi chiave di Industria 4.0, aiutando le piccole e medie imprese che operano sui due versanti della costa adriatica a innovare prodotti e processi di produzione puntando all’avanzamento tecnologico, alla digitalizzazione e a forme di sviluppo sostenibile compatibili con l’ambiente. È questo il punto di partenza del progetto BEST 4.0, di cui Cna Ancona è partner, CNA Ferrara è capofila e che comprende altri partner italiani e croati, nell’ambito del programma europeo Interreg Italia-Croazia 2021-2027.

Presso la sala convegni di CNA Ferrara si è svolto nei giorni il primo meeting in presenza del progetto, che mirava a coordinare i partner coinvolti e le azioni che verranno portate avanti: dopo i saluti introduttivi, l’intervento di apertura è stato affidato a Paolo Rotoni, Project manager del programma Interreg Italia-Croazia.

Alla sessione introduttiva hanno partecipato tutti i partner: oltre a CNA Ancona, Area Science Park di Trieste, la Camera di commercio Croata, CETMA – Centro Europeo di Ricerca di Brindisi, l’Agenzia istriana per lo sviluppo IDA, il DIH AgriFood Croazia e Università di Rjeka (Fiume) Facoltà di studi marittimi.

“Il progetto – ha dichiarato Lucia Trenta, project manager per CNA Ancona – ha alcuni obiettivi concreti che dobbiamo portare a termine entro luglio 2026: creare un catalogo di soluzioni digitali per la Blue Economy, costruire una rete di Digital Innovation Hub per supportare le PMI nella loro trasformazione digitale e fornire soluzioni innovative e supporto a 80 PMI nei settori della blue economy.”

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI