Camera di Commercio: NO ad una riforma calata dall'alto

Confartigianato, Cna, Confcommercio, Confesercenti: salvaguardare uno strumento fondamentale per il sostegno e lo sviluppo dell’economia locale
Le Associazioni della provincia di Ancona che fanno parte di Rete Imprese Italia, hanno indetto per le 12.00 di oggi presso il Parlamentino della Camera di Commercio di Ancona, una conferenza stampa  per presentare la posizione di Rete Imprese Italia sul DL 90/2014 in merito alla proposta di riduzione del diritto annuale delle Camere di Commercio e sull’ipotesi di riorganizzazione del sistema camerale.
Rete Imprese Italia della provincia di Ancona non condivide la riduzione del 50% e in un colpo solo, a partire da gennaio 2015, del diritto annuale camerale. Mediamente le imprese risparmieranno 63 euro l’anno. Per le ditte individuali ( oltre il 60% delle aziende che operano sul nostro territorio) il risparmio sarà di 2,6 euro al mese vale a dire 32 euro l’anno: benefici assolutamente trascurabili per le imprese, danni certi per il sistema economico.
La norma produrrà rilevanti effetti negativi sulle economie del territorio in termini di minori investimenti (per la Camera di commercio di Ancona si stima in circa 3,5 milioni di euro), sull’occupazione, sul bilancio dello Stato.
Ecco il documento complessivo delle Associazioni: [download id=”264″]

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI