Bonus Carburante 2023, scopri i partner CNA che offrono servizi e prezzi vantaggiosi

Il Decreto “Trasparenza prezzi carburante ” n. 5/2023 ha riproposto l’agevolazione per i lavoratori dipendenti detta bonus carburante o bonus benzina, già previsto nel 2022 per sostenere il reddito dei lavoratori in difficoltà a causa della forte inflazione.

Si tratta della possibilità anche nel 2023 per i datori di lavoro privati di erogare ai dipendenti somme o titoli di valore non superiore a 200 euro, per l’acquisto di carburanti per autotrazione, non imponibili fiscalmente e deducibili per l’impresa.

Nello specifico:

  • Il valore di 200 euro va considerato aggiuntivo rispetto a quello dei fringe benefits fino a 258,23 euro (ex art 51 comma 3 del TUIR);
  • contabilmente il beneficio va evidenziato separatamente rispetto ai fringe benefits;
  • l’importo risulta imponibile ai fini della contribuzione previdenziale

Nel caso in cui si volesse approfittare del vantaggio fiscale legato al bonus carburante 2023, CNA consiglia di rivolgersi ad uno dei partner del Sistema al fine di ottenere maggiori delucidazioni e un servizio all’altezza delle aspettative.

Gli accordi in convenzione ad oggi in essere per gli associati CNA riguardano le tre principali reti di distribuzione del carburante nel nostro Paese:

IP – accordo diretto – oltre 5mila stazioni di servizio
ENI – accordo diretto – 4.500 stazioni di servizio
Q8 – per il tramite di Edenred – 2.700 stazioni di servizio

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI