Bolzano, un tavolo per le misure anti-covid

 

CNA-SHV Unione degli Artigiani e delle Piccole e Medie Imprese esprime apprezzamento per la riattivazione del tavolo di concertazione tra la Provincia e le parti sociali, più volte auspicato, per discutere congiuntamente sulle misure da adottare sia per limitare il contagio da Covid sia per tenere in piedi le aziende e salvare i posti di lavoro.

All’incontro, tenutosi il 3 febbraio, hanno partecipato il presidente di CNA-SHV, Claudio Corrarati, e il direttore Gianni Sarti, il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, l’assessore Thomas Widmann e i dirigenti sanitari Zerzer e Bertoli.

A fronte di una situazione fortemente critica per la pressione ormai al limite sul sistema sanitario, l’associazione rileva comunque grande soddisfazione nella disponibilità dell’amministrazione provinciale a valutare la proposta di non chiudere le attività artigianali, comprese quelle di cura della persona (parrucchieri e centri estetici), qualora venissero applicate ulteriori misure restrittive, pur se con la necessità di rivedere e rendere ancor più stringenti i protocolli di sicurezza e più efficaci i controlli.

Preoccupazione viene invece espressa per le tante incertezze sui ristori passati, presenti e futuri, visto che i parrucchieri, chiusi a novembre nonostante il Decreto legge nazionale ne consentisse l’apertura, non hanno ricevuto versamenti né dallo Stato né dalla Provincia. Demandare la soluzione a un ipotetico Decreto Ristori Quinques o a soluzioni provinciali non ben definite non aiuta a rasserenare il clima e a tranquillizzare gli operatori economici.

Inoltre, CNA-SHV ha ribadito l’urgenza di coinvolgere le parti sociali nella revisione ed attuazione del Recovery Plan provinciale, proposta che ha ricevuto risposta positiva dalla Provincia.

 

Questo articolo Bolzano, un tavolo per le misure anti-covid è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI