Benessere animale, CNA alla Commissione europea: sì ad una maggiore armonizzazione europea, ma attenzione all’impatto sulle micro PMI della filiera

Oggi come CNA abbiamo inviato le prime reazioni alla Commissione europea sulla sua valutazione di impatto relativa alla “revisione della legislazione sul benessere degli animali che rientra tra le iniziative previste nell’ambito delle azioni della Strategia europea “Farm to Fork”, frutto di un lavoro di analisi e confronto condiviso tra l’Ufficio CNA Bruxelles e le Unioni di CNA Nazionale toccate dal tema: CNA AGROALIMENTARE e CNA FITA.

Condividendo l’obiettivo generale dell’iniziativa europea finalizzata a garantire un approccio armonizzato per quanto riguarda la protezione degli animali e al loro benessere con condizioni di parità in tutta l’Unione, la CNA ha evidenziato la necessità di tener conto nella valutazione della Commissione Europea delle disposizioni normative attualmente in vigore a livello EU e nazionale e del loro attuale impatto economico sulle Micro PMI dei settori della filiera.

Il contributo della CNA evidenzia: i numerosi adempimenti e obblighi funzionali per le imprese dell’autotrasporto per garantire la sicurezza e il benessere dell’animale; le difficoltà oggettive di applicazione pratica tra quanto previsto e la reale fattibilità nonché l’importante carico di responsabilità in capo agli autotrasportatori.

Infine, la CNA ritiene che, nella revisione della disciplina, sia necessario comprendere le situazioni nazionali molto diverse tra loro nei vari Paesi membri oltre che investire le risorse dell’Unione Europea per sostenere investimenti migliorativi delle condizioni di benessere e di trasporto degli animali vivi: dalle infrastrutture stradali alla formazione degli operatori coinvolti.

Al seguente link il contributo CNA: https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/have-your-say/initiatives/12950-Benessere-degli-animali-revisione-della-legislazione-dellUE/F2667815_it

Questo articolo Benessere animale, CNA alla Commissione europea: sì ad una maggiore armonizzazione europea, ma attenzione all’impatto sulle micro PMI della filiera è stato pubblicato su CNA.

Read More

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI