Autocarrozzerie in agitazione

Autocarrozzerie della provincia di Ancona: è stato di agitazione. Lo ha stabilito l’assemblea unitaria di tutte le carrozzerie svoltasi nei giorni scorsi ad Ancona.
La categoria torna nuovamente a protestare contro il disegno di legge in discussione in parlamento denominato “Pacchetto Vicari” in tema di assicurazioni auto.
Queste le motivazioni rese note dall’assemblea:
“Il tentativo delle compagnie di far prevalere unicamente il risarcimento in forma specifica e a vantaggio delle carrozzerie fiduciarie tende a ridurre la qualità del lavoro svolto e a distorcere il mercato con accordi forzati tra compagnie e carrozzerie che devono accettare prezzi, ricambi e tariffe segnalate dalle compagnie assicurative
Le compagnie stanno tentando di limitare la cessione del credito in questo campo. La delega del cliente verso l’autoriparatore è un atto di fiducia che va difeso a tutela della libertà dell’assicurato”.
Attualmente le associazioni di categoria stanno lavorando unitamente con il Ministero per difendere l’autonomia delle 15.000 carrozzerie in Italia messe in serio pericolo da tale disegno di legge.
Se ciò non dovesse bastare, le autocarrozzerie si dichiarano pronte a scendere in piazza, a difesa della categoria e a tutela dei consumatori: “Dall’avvio dell’indennizzo diretto i costi delle assicurazioni sarebbero dovuti scendere, invece ad oggi paghiamo i premi più alti d’Europa. Il costo della riparazione rappresenta il 10% del costo del sinistro. Gli sprechi vanno cercati altrove”.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI