Senigallia: “L’Amministrazione sostenga i ristoranti”

Senigallia – Mentre il Governo si appresta a varare il decreto per le riaperture del 26 Aprile, l’amministrazione senigalliese inizia a deliberare le prime azioni di sostegno alle imprese del territorio. Come già preannunciato dal Sindaco Olivetti si potrà fare richiesta di ulteriore suolo pubblico gratuito e concessione di nuovi Dehors.

Queste agevolazioni non aiuteranno tutti, ecco perché la CNA ha richiesto un incontro urgente con l’amministrazione. “Vista l’ipotesi di riapertura delle attività per il 26 aprile e viste le enormi difficoltà per tutto il settore della ristorazione, abbiamo sentito questa mattina telefonicamente il Sindaco – dichiara Giacomo Mugianesi Segretario CNA Senigallia –  aspettando il decreto definitivo devono essere trovate soluzioni ancora più impattanti, ripartire in questo momento sarà già difficile – prosegue MUGIANESI- il coprifuoco delle 22 e la possibilità di lavorare solo all’aperto non sono variabili di poco conto vista anche l’incertezza del meteo dovuto alla stagione

Oltre alle difficoltà e alle incertezze di poter lavorare con continuità, si unisce il tema della tassazione locale, in particolare della TARI. “Abbiamo chiesto al Sindaco di rivedere la TARI diventatati ormai insostenibile e oggi con impatti devastanti nei bilanci aziendali – commenta Giacomo Mugianesi come annunciato dai canali governativi i ristoranti potranno lavorare solo all’aperto, la superficie interna assoggettabile alla tariffa dovrebbe essere esclusa visto che non sarà utilizzabile per lavorare – continua Mugianesi confidiamo quindi che l’amministrazione ci comunicherà una soluzione al più presto”.

Nonostante le enormi difficoltà che si stanno affrontando, le Associazioni di Categoria stanno lavorando  con le amministrazioni locali per il futuro,  “solamente un’azione coordinata e condivisa di tutto il territorio potrà ridare slancio e sviluppo all’intera area – dichiara Giacomo Mugianesi un territorio ricco di borghi, di cultura ma che va rilanciato per far emergere a livello turistico non solo la costa ma l’intera vallata”.

Potrebbe interessarti anche

ASSOCIATI